Saturday, Jul. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 10 Lug 2012

|

 

WSOP 2012 – Chi tenere d’occhio al day2?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2012 – Chi tenere d’occhio al day2?

Area

Vuoi approfondire?

E’ negli archivi l’intero day 1 del Main Event WSOP 2012. Tre giornate di gioco, day 1A, B e C per un totale di 6.598 player ai nastri di partenza: un risultato molto diverso dal temuto flop preventivato dai più.

Un totale di 666 giocatori andranno In The Money in questo Main Event: tra di loro, i meno fortunati si dovranno accontentare di 19.227 $ (che per un player italiano, vista la tassazione, potrebbero non essere sufficienti nemmeno a fare pari con il buy-in); i November… pardon, October Nine invece andranno a riposo per l’estate con 755.000 $ già sicuri in tasca. Ma per il vincitore ci sarà ben altro premio: oltre al braccialetto più importante di tutti, anche un sostanzioso conquibus di 8.527.982 dollari!

Tra poche ore ricominceranno le danze per i day 2A e 2B, che si giocheranno contemporaneamente ma in sale separate, senza mischiare i player. Sarà poi la volta del day 2C, per unificare infine l’intero field rimanente in un day 3 che si prospetta molto corposo.

Come tutti gli spettatori dall’Italia, saremo sempre a caccia di chipcount, aggiornamenti, mani determinanti, “sculate” clamorose e tutti gli episodi più rilevanti di questo Main Event. Ma quali sono i player a cui prestare particolare attenzione?

GLI ITALIANI

Il day 1C ha appena visto un Marco Bognanni in vero stato di grazia, imbustare il quarto stack di giornata che lo fa arrivare al sesto posto nel chipcount generale, ai vertici assoluti della lunga lista di circa 4.300 player che hanno superato i primi 5 livelli di gioco. “Magicbox” sarà sicuramente un osservato speciale, ma dietro di lui c’è anche un ottimo Massimo “MaxShark” Mosele che sarà sicuramente capace di regalarci emozioni nelle prossime giornate del torneo più importante al mondo.

Ma non dobbiamo certo dimenticare le ottime prove degli italiani negli scorsi day 1: uno in particolare promette scintille, ed è sempre lui: Filippo Candio, pronto a martellare nuovamente i tavoli al day 2 per incrementare ancora il già grosso stack. E chissà che anche Dario Minieri, sopravvissuto (pare) al “tavolo della morte”, non replichi la performance di qualche anno fa quando, sciarpa della Roma al collo, conquistò la chip lead per mantenerla a lungo nelle giornate intermedie.

Ecco un chipcount riassuntivo degli italiani che giocheranno i day 2 del Main Event WSOP:

GLI STRANIERI

Certo, non ci sono solo gli azzurri in questo Main Event. Tra i tanti nomi sconosciuti che popolano il chipcount del torneo, spiccano alcuni “big” che sono riusciti ad aggredire molto bene il field del day 1 portandosi subito nelle parti alte del chipcount. Ed ecco spuntare nomi associati ai nickname storici dell’online, come un Viktor “Isildur1” Blom o un Brian “Stinger88” Hastings che dimostrano di essere capacissimi anche lontano dai tavoli Cash Game.

Oppure Daniel Negreanu che evidentemente non è stato troppo infastidito dalle pesanti offese di Mike Matusow, Faraz Jaka che ci piace sempre di più, e soprattutto Vanessa Selbst che dalla settima posizione nel chipcount guarda tutti dall’alto… tranne Marco Bognanni che sta proprio sopra di lei per pochi gettoni!

Ecco una selezione di quelli che noi riteniamo i dieci avversari stranieri più pericolosi per abilità e stack:

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari