Tuesday, Jan. 18, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 23 Giu 2014

|

 

WSOP 2014 – Giuliano Bendinelli busted again: “Non ho ancora fatto un ITM, ma resto fiducioso…”

WSOP 2014 – Giuliano Bendinelli busted again: “Non ho ancora fatto un ITM, ma resto fiducioso…”

Area

Vuoi approfondire?

Diciamo che questa sua prima avventura alle World Series non è partita esattamente con il piede giusto. Il membro del Team Pro di Poker Club Giuliano Bendinelli è stato infatti appena bustato dall’evento #44 e ancora una volta è mestamente costretto ad abbandonare le sale del Rio a metà pomeriggio.

“Nel mio primo anno a Las Vegas speravo decisamente in un esordio migliore. Sono qui da due settimane, ho giocato 11 eventi e non solo non ho fatto un ITM, ma non sono nemmeno mai arrivato al day2. Il Top result è stato raggiungere per due volte la pausa cena”.

Sorride amaro Giuliano, che nonostante questo avvio a rilento, non si lascia prendere dallo sconforto: “In realtà penso stia giocando abbastanza bene. Niente di speciale, intendiamoci. Però è un gioco ABC pulito che sicuramente avrebbe potuto fruttare qualcosa di più. La maggior parte dei tornei sono terminati in cooler preflop o coin flip girati dall’altra parte. L’unico torneo in cui aveva costruito uno stack considerevole è stato un 1.500$ della settimana scorsa nel quale sono uscito a 20 dalla bolla. Anche in quel caso sono uscito per colpa di un lancio di moneta: JJ < AK e pot da 3 volte e mezzo l’average che va a farsi benedire…”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Problemi di adattamento con uno stack di partenza così ridotto? Per Giuliano non sembra essere quello il problema: “E’ chiaro che in Italia e in Europa siamo abituati a stack ben più corposi, dove il gioco post-flop, specie nei primi livelli, sposta molto di più che qui alle WSOP. Nei tornei con buy-in da 1.000$ – 1.500$, nei quali si parte con 3.000 o 4.500 chips è inevitabile doversi giocare qualche showdown già nelle primissime fasi. Eppure non mi sento proprio un novellino in materia: in questi anni ho giocato diversi tornei alle World Series of Poker Europe che hanno più o meno la stessa struttura e mi ero trovato decisamente a mio agio.”

Il 23enne genovese pare dunque darsi tutt’altro che vinto e ripartirà tra due giorni con un No-Limit Hold’em da 5.000$ di buy-in: “In quel torneo non avrò più alibi visto che si partirà con 15.000 chips [ride]… A parte gli scherzi ci tengo a fare bene, resto confident del mio gioco e spero che la carta inizi anche a girare quando conta. Questa run non mi vorrà mica perseguitare fino alla fine?”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari