Thursday, Dec. 12, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Apr 2015

|

 

Galateo ai tavoli: 10 consigli per aiutare il dealer (e non solo) nei tornei live

Galateo ai tavoli: 10 consigli per aiutare il dealer (e non solo) nei tornei live

Area

Vuoi approfondire?

Quasi duemila persone, duecento tavoli pieni di giocatori che passeranno gran parte della loro giornata (si spera) a giocarsi il tutto per tutto verso la vittoria. Giocare queste IPO18 di Campione è un’occasione unica per provare a portarsi a casa un montepremi incredibile (200.000€ al primo!), ma anche un’impegno notevole per tutti i partecipanti e addetti ai lavori.

Le lunghe ore passate ai tavoli possono però essere anche occasione di piacevole convivenza, oltre che naturalmente possibilità di accumulare chips.  Perchè non provare allora a rendere tutto più semplice e divertente? Soprattutto perchè non provare ad “agevolare” il lavoro anche dei dealer?

Molto spesso gran parte del field non è poi così abituato a passare tanto tempo al tavolo, per alcuni è addirittura una delle prime esperienze, altri ancora hanno provato solo l’online o arrivano da realtà locali differenti. Insomma, diciamo che qualche piccolo consiglio su come “vivere” al meglio la giornata è probabilmente utile per tutti.

Lo abbiamo chiesto a Micol Tiafu, che non solo è esperta e qualificata addetta ai lavori, ma in questo caso, anche ancora in corsa ai tavoli da gioco di questo Day3 delle IPO. Il tutto ovviamente in tono assolutamente goliardico 😉

tiafu

1) MICRO-CHECK: Sbattere leggermente una palbebra non è considerato check. Battere il piede sinistro sotto il tavolo non è considerato un check. Il mignolino mosso leggermente dietro le chips quando siete al posto 10 non è poi così facile da vedere.

2) LE ANTE: Messaggio per i player ai posti “3” e “7” (quelli a capotavola per intenderci), avvicinare l’ante al dealer prima che si stenda sul tavolo snodandosi una spalla non è assolutamente vietato (vale anche per gli ostinati che non la mettono mai finchè non vengono ripresi).

3) DICHIARAZIONI VERBALI: Borbottare sottovoce sotto il cappuccio, doppia sciarpa, occhiali scuri e passamontagna, non è di grande aiuto per far capire la propria azione.

4) CAMBIARE LE CHIPS: Diciamolo chiaramente, non esistono prove scientifiche del fatto che cambiare una chips o acquisire da parte del chipleader le chips piccole durante il chiprace porti sfortuna. Anzi, è dimostrato che è certamente capitato che uno di quei chipleader del tavolo abbia poi anche vinto il torneo

5) SCARAMANZIA: E’ consentito essere scaramantici. Anche tenere per tre giorni la stessa maglietta se pensate vi possa aiutare. La good news è che ci sono un sacco di supermercati con deodoranti profumati molto facili da usare

6) GIOCARE MALE, NON E’ COLPA DEL DEALER: Se avete limpato gli assi e trovato un piatto da otto giocatori e alla fine vi scoppiano, non è colpa del dealer

7) IMPILARE LE CHIPS: Ok, fare pile da 20 non è un obbligo. Ma costruire improbabili castelli da 28 chips non agevola il gioco (e se non siete architetti non improvvisate instabili torri di babele)

8) ACCETTARE GLI ERRORI: Il dealer è un essere umano, può capitare un misdeal. E se in quel caso magari avevate AK non è una tragedia (pensate sempre che magari ve li avrebbero scoppiati).

9) TELEFONATE: A meno che un vostro amico non stia giocando al “Milionario” alla domanda finale decida di chiamarvi per l’aiuto a casa, rispondere al telefono durante una mano di gioco non è consentito dal regolamento.

10) EDUCAZIONE: Ok, vi hanno appena scoppiato gli assi. Va bene, vi ha chiamato con sette e due. Effettivamente siete stati sfortunati quando turn e river sono scesi due sette. Ora spiegatemi perchè dovrebbe essere colpa del dealer?

Ora, dopo questi piccoli consigli, non è detto che sarete voi il vincitore del torneo. Ma sicuramente vi siete divertiti di più e avete fatto stare meglio il dealer e gli altri giocatori del tavolo 😉

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari