Tuesday, Oct. 22, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 4 Mag 2015

|

 

French Poker Series – Vince Supper, sesto posto per Luca Moschitta

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

French Poker Series – Vince Supper, sesto posto per Luca Moschitta

Area

Vuoi approfondire?

Les jeux sont faits in quel di Monaco, dove il Main Event FPS da 1.100€ che ha registrato la bellezza di 993 partecipanti è arrivato al termine.

Mentre gli occhi di tutta l’Italia del poker erano puntati su Dario Sammartino e sul suo emozionante exploit al Super High Roller, il numero di giocatori in corsa al Main Event continuava a ridursi, con tanti italiani rimasti per strada: nelle prime 20 posizioni troviamo Alessandro Bardaro (13° per 9.720€), Sergio Castelluccio e Amerigo Santoro (18° e 19° per 6.880€), mentre un po’ più giù nella lista compare un altro nome conosciuto, quello di Marco Figuccia che chiude in 72ma posizione per 2.250€.

Su tutti gli azzurri ha però spiccato il nome di Luca Moschitta, che è stato capace di raggiungere l’atto conclusivo del torneo. Ecco cosa è successo al tavolo finale televisivo che lo ha visto coinvolto.

Dopo pochi minuti c’è già il primo eliminato: è il cortissimo Sergio Braga, che all’ennesimo push preflop trova il call di Manuel Martinez da grande buio. A9 per il brasiliano dominato dall’AJ di Martinez. Il dealer sfoglia sul tavolo 78Q Q 4 e Sergio chiude i giochi in settima posizione, aggiungendo 23.500€ ai 4,280€ vinti pochi giorni prima con il primo posto al side Limit 7 Card Stud da 500€.

Moschitta2

A questo punto lo short del tavolo è proprio Moschitta, che infatti non attende molto prima di entrare in azione. Il pro di Planetwin365 open pusha da UTG con 88 per 1.635K su blinds 40K/80K ante 10K. Joseph Mouawad però lo chiama partendo in netto vantaggio con 99, e Luca non trova miracoli sul flop J49 che anzi dona un set all’avversario.

Una blank al turn rende drawing dead il siciliano, che chiude con un ottimo sesto posto da 32.700€, che però lascia in bocca quel retrogusto amaro già provato da Dario Sammartino dopo il quarto posto al Super High Roller EPT.

Moschitta però non demorde ed è già in corsa per l’EPT Grand Final, motivato a ‘fare bene‘ come dice su Facebook. Questa sua tenacia porterà un’altra medaglia d’oro in Italia dopo quella di Mustapha Kanit?

Il gioco comunque continua stabile, con un Pablo Gordillo che, complice una buona run, mette pressione al tavolo e porta il suo stack oltre gli 8 milioni prima di precipitare in una mano contro Manuel Martinez.

Gordillo con progetto di bilaterale check-raisa all-in al flop, ma l’avversario istant-calla con una coppia di dame. Le due ultime streets non aiutano Pablo, il quale torna a 4.680K, Martinez sale invece a 8.010K.

Al quinto posto si assesta Joseph Mouawad, che con AQ mette tutte le sue 3.755K chips nel piatto da grande buio dopo il raise da SB di Sebastian Supper, il quale però chiama giocandosi il coin flip con 99. Sul flop 24Q l’americano passa in vantaggio, ma dopo un preoccupante J al turn, deve abbandonare le speranze a causa del 9 al river. 43.800€per lui!

Pablo Gordillo dopo essere stato a lungo chipleader, chiude a un soffio dal podio: pusha 2.150K da BB con KQ dopo il raise di Gilles Silbernagel, che chiama con JJ. Il board recita 6A8 T T, e decreta l’uscita del ventenne, che aggiunge 56.600€ al suo bankroll.

Al tavolo rimangono così tre giocatori: Manuel Martinez, Sebastian Supper e Gilles Silbernagel, molto corto rispetto agli avversari.

La rimonta di Silbernagel comincia in maniera difficoltosa: gli avversari spesso preferiscono lasciargli i blinds, e al primo showdown con K-K finisce anche per splittare con i K-K di Martinez. Poi però un incredibile rush, segnata da due scale pagate appieno, lo porta da 1.600K a 10.940K! 

La chipleading conquistata però dura poco: un cooler incredibile in 3-handed contro il tedesco Supper rivoluziona il chipcount.

Apre Supper a 750K su blinds 150K/300K ante 40K, Silbernagel chiama in posizione da BB. 364, Supper va in continuation bet per 1.000K, call. Sul 7 al turn il tedesco punta 2.000K, Silbernagel pusha con K5, trovando l’istant call dell’altro con 95. Il river lascia tutti a bocca aperta: un 8 regala la scala più alta a Supper!

La situazione in chips diventa difficile, col tedesco che gioca per 18.260K mentre Martinez e Silbernagel sono a 4.240K e 2.125K. Supper decide di dare il colpo di grazia all’ultimo francese rimasto in corsa, chiamando con Q9 l’all in dell’altro che parte avanti con AK. Il board non lascia scampo: 22Q 5 9 e Silbernagel conquista una medaglia di bronzo da 75.400€.

La disparità in chips tra i due giocatori è enorme, lo spagnolo dovrebbe raddoppiare due volte per raggiungere l’avversario. Riesce nel primo tentativo con KQ contro 64, il board aggiudica il punto alla mano migliore, ma Martinez ha ancora un terzo dello stack avversario.

Alla quarta mano dell’heads-up, Supper dichiara l’all in con 44 e trova il call pronto dello spagnolo con A9. Sul flop cadono 792; sembra che la fortuna di Sebastian sia conclusa, ma runner runner escono Q e J che fanno decisamente cambiare idea!

Il tedesco Supper, qualificato con un satellite online da 30€, conquista la prima moneta da 177.000€, 107.500€ di secondo premio per il runner-up Manuel Martinez.

vincitore

Classifica finale:

1° Sebastian Supper – €177,000
2° Manuel Martinez – €107,500
3° Gilles Silbernagel – €75,400
4° Pablo Gordillo – €56,600
5° Joseph Mouawad – €43,800
6° Luca Moschitta – €32,700
7° Sergio Braga – €23,500
8° Michael Ferrari – €16,750

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari