Monday, Jun. 17, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Dic 2018

|

 

Super High Roller Bowl – Haxton incassa 3.672.000$ a Las Vegas: “È l’apice della mia carriera”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Super High Roller Bowl – Haxton incassa 3.672.000$ a Las Vegas: “È l’apice della mia carriera”

Area

Vuoi approfondire?

Cala il sipario sul grande show di Las Vegas.

Isaac Haxton si è presentato da chip leader al Final Day del Super High Roller Bowl e proprio lui ha messo tutti in riga nel torneone da 300.000$ di buy-in.

Il 33enne americano ha superato in questo modo i 20 milioni di dollari incassati nei tornei live e a caldo ha detto: “Questo è il mio risultato più importante di sempre. L’apice della mia carriera.

Sono arrivato al tavolo finale con quasi un quarto delle chips in gioco e avevo posizione sull’altro big stack, quindi mi sentivo molto confident. Ho comunque avuto bisogno della fortuna per vincere“.

Ma come ha fatto Haxton a spuntarla tra i 36 entries del SHR Bowl? Ecco il riassunto dell’ultima giornata di gioco…

Alle 13:00 locali i sette premiati hanno ricominciato a darsi battaglia. Il 23enne Ali Imsirovic è stato il primo eliminato, proprio per mano di Haxton: J-J non ha retto contro A5 che ha chiuso colore.

Il corto è diventato così Igor Kurganov che ha raddoppiato un paio di volte ma poi ha perso parecchie chips concedendo a sua volta il raddoppio allo spagnolo Adrian Mateos in un colpo abbastanza tricky. Alla fine Kurganov ha pushato 12 bui con 7-7 trovando Talal Shakerchi con 10-10. Lo stesso Kurganov al microfono di Remko Rinkema ha spiegato una mano aggressiva giocata contro Foxen nelle prime battute del Day:

 

 

A cinque left Haxton era ancora chip leader ma poi gli equilibri sono un po’ cambiati. Mateos è diventato il più corto e in testa è passato Foxen. I due si sono scontrati in flip e lo spagnolo ha avuto la peggio: la sua coppia 9-9 non ha retto contro A-K a causa di un K al flop.

È toccato in seguito a Shakerchi salutare con A10 contro 99 di Haxton. Stavolta la coppia ha tenuto. Poco dopo ha tenuto ancora, sempre a favore di Haxton che con J-J ha eliminato Chidwick: A-Q non ha trovato aiuto dal board.

Si è arrivati così all’heads up con Haxton in vantaggio su Foxen. Il divario è diventato addirittura di 9 a 1 a un certo punto.

Nell’ultimissima mano Haxton è stato fortunato con KJ contro A8. Il board 6AQ K J si è rivelato beffardo… Ecco il video dell’ultimo showdown:

 

 

L’umile Haxton ha aggiunto un commento: “È facile adesso dare un significato eccessivo al torneo. In realtà sono solo stato il più fortunato tra 36 giocatori. La vittoria non mi cambierà molto, ma è sempre bello vincere un torneo“. Ecco il payout completo del SHR Bowl V:

 

1° – Isaac Haxton – 3,672,000 USD
2° – Alex Foxen – 2,160,000 USD
3° – Stephen Chidwick – 1,512,000 USD
4° – Talal Shakerchi – 1,188,000 USD
5° – Adrian Mateos – 972,000 USD
6° – Igor Kurganov – 756,000 USD
7° – Ali Imsirovic – 540,000 USD

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari