Saturday, Sep. 21, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 15 Giu 2019

|

 

WSOP 2019: Pescatori avanza nel Dealers Choice, 8 azzurri promossi nel Double Stack

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2019: Pescatori avanza nel Dealers Choice, 8 azzurri promossi nel Double Stack

Area

Vuoi approfondire?

Italia on fire alle WSOP 2019. Arrivano ottime news da Las Vegas per  i nostri colori. Max Pescatori intasca il pass per la seconda giornata nel Championship e davanti a tutti chiude uno strepitoso Jeff Lisandro. Il player australiano porta una ventata di italianità in vetta al count, grazie alle sue origini salernitane. Field mozzafiato e ne vedremo delle belle al day 2. Intanto un manipolo di azzurri supera la prima netta scrematura nel “$1.000 Double Stack“.

Sono ben otto gli italiani che rivedremo all’opera in mezzo a quasi 1.100 qualificati al day 2. C’è ancora tanto da sudare e fra i nostri giocatori si rivede il November Nine 2015 Federico Butteroni. La giornata delle WSOP 2019 poi, si chiude con 252 players promossi nel mastodontico “Senior” e con il “$1,500 Limit 2-7 Lowball Triple Draw“, dove fra i 17 qualificati c’è ancora in corsa il campione in carica Hanh Tran. Comanda il count, sognando il pazzesco back to back a distanza di un anno.

Evento#32, (5.917 ingressi, $5.325.300, 252 left)

Il “$1.000 Senior NLH” si conferma un torneo dal grandissimo appeal per gli over 50.  Una folla oceanica ha preso parte all’evento#32 e se dopo il day 1 erano 5.917 i paganti, sulla strada che porta al day 3 rimangono in 252. Insomma una bellissima e spettacolare battaglia, dove nel montepremi ci vanno 5.325.300 dollari. Tale somma è stata spartita in 888 posizioni “In the Money“: cash minimo di 1.499$ e prima moneta da 662.594 bigliettoni ad attendere il campione.

In testa al gruppo c’è Howard Mash con 2.065.000 gettoni. E’ l’unico ad aver abbattuto il muro dei due milioni e adesso sogna, con Anthony Martin secondo a quota 1.759.000. Nella zona medio-alta, attenti al cinque volte campione alle WSOP Layne Flack. L’americano imbusta 980.000 e non molto distante, troviamo un altro pezzo da novanta come Barry Greenstein (942.000). In corsa anche lo scatenato Ivo Donev con 843.000 unità.

La top 10

  1. Howard Mash 2,065,000
  2. Anthony Martin 1,759,000
  3. Victor Ramdin 1,688,000
  4. Thomas Loya 1,493,000
  5. Ron Fetsch 1,493,000
  6. Mark Kroon 1,430,000
  7. Brad Desaye 1,268,000
  8. Todd Keikoan 1,190,000
  9. Mansour Alipourfard 1,115,000
  10. Clifford Pappas 1,105,000

Evento#33, (467 ingressi, $630.450, 17 left)

Il day 2, del “$1,500 Limit 2-7 Lowball Triple Draw“, lascia in corsa appena 17 players per la volata al titolo. Il bracciale e un assegno da 144.027 dollari attendono il futuro campione e ci sono diversi volti noti che sognano il colpaccio. Nella seconda giornata si è scesi da 139 a 17 appunto, passando per lo scoppio della bolla a 71 left. L’approdo a premi a garantito a tutti 2.235 dollari. Il 20° livello di gioco si chiude con Hanh Tran leader con 457.000 chips e a caccia di un clamoroso bis.

E’ il campione in carica di questo evento e 12 mesi dopo vuol ripetersi per un back to back semplicemente pazzesco. Per arrivare al bracciale però, dovrà vedersela con un field niente male, composto dai vari Frankie O’Dell (436.000), David Bach (415.000), Benny Glaser (332.000) e Daniel Strelitz (102.000). Chi vince intasca una prima moneta da 144.027 dollari.

La top 10

  1. Hanh Tran 457,000
  2. Jared Bleznick 449,000
  3. Frankie O’Dell 436,000
  4. David Bach 415,000
  5. Kyle Miaso 385,000
  6. Jesse Hampton 377,000
  7. Hope Williams 374,000
  8. Benny Glaser 332,000
  9. Aron Dermer 260,000
  10. Steven Tabb 258,000

Evento#34, (3.013, 1.096 left, prize pool non disponibile)

Una marea umana si è riversata al “Rio” di Las Vegas per l’evento#34 delle WSOP 2019. Il “$1.000 Double Stack NLH” ha messo assieme la bellezza di 3.013 players nel corso della prima giornata. Di questi, in 1.096 sbarcano al day 2. Non è stato ancora ufficializzato il montepremi, così come il payout: bisognerà attendere la ripresa delle ostilità per conoscere tutti i numeri delle ricompense in denaro.

Federico Butteroni

L’uomo da battere sarà Juan M. Esirviez, il quale balla un travolgente tango argentino nel corso del day 1 e si issa in vetta al count con 530.000 pezzi. Non sarà facile deporlo, considerando che il più vicino dei rivali è Sunny Chattha (478.000). Nella top ten spunta anche Ari Engel con 399.800. Raffaello Locatelli è il migliore degli azzurri  con 202.400 fiches, seguito da Gabriel Iemmito (177.800), Denis Agnelli (146.500), Florian Bordet (97.600), Fiodor Martino (87.000), Andrea Iocco (60.400),  Federico Butteroni (55.100) e Augusto Cavazzini (40.800). In tutto 8 italiani avanzano.

La top 10

1 Juan M. Esirviez 530,000
2 Sunny Chattha  478,000
3 Imran Mukati  432,300
4 Arianna Son  424,500
5 Andrew Rubin 422,200
6 Gabriel Sack  416,000
7 Ari Engel  399,800
8 Joseph Walters 390,700
9 Brendan Shiller 363,100
10 John Hayes  344,500

Evento#35, (115 ingressi, 44 left, Late aperta)

Jeff Lisandro al comando del day 1 nel “$10.000 Dealer Choice 6-Max“. Per l’australiano di chiare origini italiane, c’è l’ennesima deep run della carriera in un evento WSOP. L’occasione è di quelle ghiotte, nel 5° championship della kermesse e punta al settimo bracciale. Non sarà una passeggiata però districarsi fra i 20 giochi previsti e un field zeppo di campioni. In 115 si sono presentati ai nastri di partenza del day 1 e in 44 varcano la soglia della seconda giornata. Ma si tratta di dati non definitivi, visto che c’è tempo fino allo start del day 2 per gettarsi nella mischia.

Lisandro guarda tutti dall’alto in basso con 347.900 e fra i promossi spunta anche il “Pirata”. Max Pescatori si porta sornione alla seconda giornata con 88.700 e ha tutte le carte in regola per ricucire il gap. Alle spalle di Lisandro, c’è un pezzo da novanta come Shaun Deeb: per quest’ultimo uno stack da 344.400 gettoni. Nella top ten trovano posto anche Matt Glantz (275.700), Frank Kassela (242.200) e Joao Vieira (226.200).

La top 10 del day 1

1 Jeff Lisandro 347,900
2 Shaun Deeb  344,400
3 Phillip Hui 331,400
4 Xunen Zheng 282,000
5 Matt Glantz 275,700
6 Denis Strebkob  252,700
7 Chris Klodnicki 245,800
8 Frank Kassela  242,200
9 Joao Vieira 226,200
10 Michael Ross  223,700

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari