Tuesday, Aug. 9, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Lug 2019

|

 

WSOP – Braccialetti per Odeen e Tilston! Beffato sul più bello Negreanu

WSOP – Braccialetti per Odeen e Tilston! Beffato sul più bello Negreanu

Area

Vuoi approfondire?

Ci sono altre vittorie da registrare alle WSOP, in attesa del final table del Main Event.

Stanotte è toccato allo svedese Jerry Odeen e all’americano Keith Tilston esultare per un braccialetto, ma la vera notizia è un’altra: Daniel Negreanu si è piazzato di nuovo secondo, pareggiando un record non troppo invidiabile che prima apparteneva solo a Phil Hellmuth.

Negreanu ha mostrato una rimonta che si è fermata sul più bello al tavolo finale dell’High Roller da 100.000 dollari di buy-in (dove aveva fatto anche re-entry). Così ora ‘vanta’ 10 secondi posti alle World Series come Hellmuth. Ecco i dettagli…

 

Event #80: $1,500 Mixed NL Hold’em, PL Omaha

Lo scandinavo Jerry Odeen ha perso l’ultima mano del Day 3 in questo Mixed, ma ha vinto quella più importante: l’ultima del Day 4 che gli ha consegnato un braccialetto da oltre 300mila dollari.

Quest’ultima mano si è giocata nella variante NL Hold’em. Odeen si è presentato allo showdown preflop con JJ dominando 109 di Peter Linton. Il board 2-8-J-10-3 ha regalato un po’ di pathos ma non ha chiuso scale.

Odeen ha fatto così in tempo a prendere un volo alle 21:30 del giorno stesso e a dichiarare: “Questo è qualcosa che ho sempre voluto da quando ho iniziato a guardare il poker a 15 anni. È surreale“.

Eppure nell’ultima giornata di gioco Odeen non ripartiva tra i migliori nel count: “Nel NL Hold’em so bene quando pushare e quando foldare. Conosco anche l’importanza dell’ante che la gente ignora.

In più credo di non aver perso uno showdown, quindi era dura non vincere il braccialetto. Ci vuole sempre parecchia fortuna. Ora non vedo l’ora di andare a casa dalla mia ragazza che sarà molto felice“.

 

1 – Jerry Odeen, Sweden
2 – Peter Linton, United Kingdom
3 – Adam Demersseman, United States
4 – Lucas Greenwood, Canada
5 – Ayaz Mahmood, United States
6 – Eddie Blumenthal, United States
7 – Jeremy Kottler, United States
8 – Gary Bolden, United States
9 – Rania Nasreddine, United States

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Event #83: $100,000 NL Hold’em High Roller

Se finora vi abbiamo raccontato di una vittoria, adesso in pratica dobbiamo riferirvi di una sconfitta. È sempre così quando il giocatore più atteso a un final table chiude al secondo posto. Non ce ne voglia Keith Tilston che può consolarsi con una prima moneta clamorosa: 2.792.406 dollari!

Tilston deve ringraziare un Jack sceso al river nell’ultimissima mano del Day 3. Chi c’era dall’altra parte con A-2 in mano? Ovviamente il solito chiacchierone Daniel Negreanu.

Grazie a una serie di raddoppi Negreanu è riuscito ad arrivare fino all’heads up, sempre a caccia del suo settimo braccialetto in carriera. Negreanu ripartiva stanotte come lo short stack del tavolo ma ha raddoppiato cinque volte. Lo hanno pagato tutti i suoi avversari tranne Tilston che poi lo ha beffato sul più bello. Basta guardare il video dello showdown finale per rendersi conto che tutto il pubblico tifava per lui:

 

 

Subito dopo il river Negreanu ha esclamato: “Credo di aver pareggiato ora il record dei secondi posti alle WSOP“. In effetti con 10 secondi posti è alla pari con Phil Hellmuth, uno che di record se ne intende.

Per la precisione questa estate Daniel è arrivato due volte secondo in quattro tavoli finali. Era già successo nel Seven Card Stud Championship di giugno vinto da Hennigan.

Ma torniamo un po’ anche sul vincitore Tilston, uno non nuovo agli High Roller. Dopo il suo trionfo Tilston ha abbracciato la madre e ha detto: “È grandioso vincere in mezzo a un field del genere. Ho runnato bene negli anni scorsi, modificando i miei obiettivi di anno in anno. Affrontare in heads up Negreanu è stato surreale, in qualsiasi altra occasione avrei tifato anche io per lui. Sono contento di come ho giocato, non ho fatto errori“.

 

1st – Keith Tilston, United States
2nd – Daniel Negreanu, Canada
3rd – Nick Schulman, United States
4th – Igor Kurganov, Russia
5th – Brandon Adams, United States
6th – Dominik Nitsche, Germany
7th – Sergi Reixach, Spain
8th – Christoph Vogelsang, Germany

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari