Monday, Sep. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 25 Ago 2019

|

 

EPT Barcellona: quanta sfortuna per Pasquale Braco, out gli italiani dal National

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

EPT Barcellona: quanta sfortuna per Pasquale Braco, out gli italiani dal National

Area

Vuoi approfondire?

Un colpo che sposta tantissimo all’EPT Barcellona. E’ quello perso da Pasquale Braco ad 11 left nel “€1.100 EPT National“. L’azzurro è fuori dopo aver dominato il rivale preflop e si accomoda alle casse per 44.370 euro. Un premio che se da una parte addolcisce l’eliminazione, dall’altra fa aumentare i rimpianti del campano che in quello spot poteva decollare verso il final table.

Si chiude senza italiani al tavolo finale, l’avventura azzurra nel torneo dei record. Nella terza giornata erano tre i nostri giocatori in corsa, ma nessuno di loro mette in tasca l’ambito pass. Se per Marco Colombani la situazione sembrava compromessa con appena tre blinds a formare il suo stack, per Braco e Andrea Salamone ci sono altre aspettative a condire la vigilia del day 3.

Come da copione Colombani esce poco dopo lo start e ritira alle casse 9.710 euro per la sua 42° piazza. Andrea Salamone soffre l’avvio e nel momento i cui dovrebbe svoltare il suo torneo vede scorrere i titoli di coda. Con 5-5 finisce in allin preflop e dall’altra parte c’è Jose Quintas con Q-Q. Il portoghese per non farsi mancare nulla hitta il full al flop su Q-4-4 e per Andrea arriva il momento di incassare 14.710 euro per la sua 31° piazza.

Intanto Pasquale Braco sembra non aver problemi nello scalare il count e fa fuori uno dei più pericolosi rivali, come Friedrich Meyer. Il tedesco ci prova con K-8 e l’azzurro con A-10 non lascia scampo, portandosi a ridosso dei sette milioni. Ma è una sorta del canto del cigno per Pasquale che inizia una lunga discesa nel count.

In realtà ci sarebbe un raddoppio con Q-Q vs A-K a ridare ossigeno, ma si tratta invece di una mera illusione. Passano infatti poche mani e con A-K Braco domina preflop A-J di Quintas. Il lusitano si conferma un cecchino micidiale contro gli azzurri e floppa la doppia. Nessun King fra turn e river compie il miracolo per Pasquale Braco e il campano è costretto alla resa per 44.370 euro, assieme ad una marea di rimpianti per l’undicesima piazza.

In sei raggiungono il tavolo finale e davanti a tutti comanda lo scatenato Markku Koplimaa con 39.025.000. L’estone ha fatto il bello e il cattivo tempo, mentre l’unico che appare in grado di reggere il suo passo è Eldaras Rafijevas a quota 38.475.000.

I primi due della classe fanno storia a se, considerando che il terzo incomodo nella discesa al titolo sarà Adam Hendrix con 29.650.000. Staccatissimi gli altri tre players, in un final table che mette in palio 585.500 euro al futuro campione, assieme all’ambita picca del torneo dei record.

Il count ufficiale

  1.  Markku Koplimaa 39,025,000
  2.  Eldaras Rafijevas 38,475,000
  3.  Adam Hendrix 29,650,000
  4.  Barry McGovern 15,475,000
  5.  Matias Arosuo 9,150,000
  6.  Jose Quintas 8,650,000

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari