Saturday, Oct. 21, 2017

Storie

Scritto da:

|

il 21 Set 2017

|

con Like

“Non diventerai il più forte del Mondo vincendo High Roller da 20 persone!” Hellmuth alimenta il flame contro Holz

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

“Non diventerai il più forte del Mondo vincendo High Roller da 20 persone!” Hellmuth alimenta il flame contro Holz

Area

Messaggi deliberatamente ostili e provocatori non sono una novità nel panorama pokeristico: spesso gli High Roller mettono in mostra giocatori tanto abili quanto carismatici e di conseguenza il rischio di flame è sempre dietro l’angolo!

L’ultimo, recentissimo e molto chiacchierato, ha come protagonisti l’immancabile Phil Hellmuth e Fedor Holz, giovanissimo specialista delle partite High-Stakes.

Tutto ha avuto inizio con il sorpasso nella All Time Money List del giovane tedesco sul navigato statunitense, salutato con ironia sui Social dal ragazzo.

I due si sono poi ritrovati nelle sale dell’Aria Casino di Las Vegas, in occasione del Poker Masters, manifestazione formata da cinque tornei high roller distribuiti in sei giorni e fortemente pubblicizzata da Daniel Negreanu, che ha anche fatto partire un giro di bet sull’evento.

Un format fatto su misura per player come The Poker Brat e CrownUpGuy (nickname online di Holz).

La discussione tra i due campioni inizia durante il final table dell’Evento #2, quando il player tedesco provoca Phil in questo modo: “Per arrivare qui quanti all-in hai vinto?”

La risposta di Hellmuth è al vetriolo: “Pensa tu a quanti scoppi hai fatto nel Big One Drop. Le hai messe sempre da dietro e adesso tutti parlano di quanto sei bravo!”

Holz replica: “Ora si vince così: è la nuova era del poker.”

Hellmuth chiude temporaneamente i giochi dicendo: “Tra dieci anni vedremo se ha funzionato.”

Poco più tardi, un bluff convincente di Tom Marchese costringe il giocatore statunitense a foldare la sua second pair e lo show ricomincia:

“Dio, ma che state combinando!? Vorrei poter giocare contro di voi ogni giorno.”

Holz ne approfitta e si intromette: “Anche noi, Phil.”

Hellmuth conclude il final table in quarta posizione; il suo torneo finisce così ma il litigio continua sui social.

In un tweet del 20 settembre scrive: “Fedor diventerà forse il migliore un giorno, ma ciò non accadrà vincendo high roller con 20-40 giocatori. Lui deve vincere WSOP, EPT e WPT.”

La dichiarazione di Phil genera non pochi commenti: tra tutti spuntano le risposte di Scott Seiver e di Daniel Negreanu, che ha avuto modo di dire la sua sul Poker Masters e sul flame tramite il suo account personale.

KidPoker ha espresso così il suo punto di vista in vari tweet, parlando prima in generale della competizione ed elogiando la nuova generazione:

“Non mi vergogno di dire che non mi credo forte quanto questi ragazzi. Loro sono incredibili. Per diventare più bravi bisogna essere umili e imparare. Ero il miglior torneista del mondo nei primi anni 2000, ci credo davvero, ma adesso il mio obiettivo è competere con i migliori.”

Per quanto riguarda la situazione Hellmuth/Holz, il buon Daniel pubblica una lista di 40 player da tenere d’occhio e poi aggiunge:

“Questi ragazzi non giocano solo piccoli eventi; molti di loro giocano gli high roller durante le WSOP. Bisogna guardare la situazione da un’altra ottica: è molto più facile avere un ROI positivo negli eventi con molti iscritti e buy-in più bassi.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari