Saturday, Jul. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 15 Set 2017

|

 

A Nick Schulman il primo (dei cinque) Poker Masters, Negreanu ottavo e ITM

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

A Nick Schulman il primo (dei cinque) Poker Masters, Negreanu ottavo e ITM

Area

Vuoi approfondire?

Si è concluso nella notte il primo dei cinque eventi High Stakes che in questi giorni faranno dell’Aria casinò di Las Vegas il centro nevralgico mondiale del Texas Hold’em.

Battendo Matt Hyman nell’heads-up conclusivo, Nick Schulman si è assicurato il Poker Masters inaugurale, incassando ben 918.000$.

Schulman ha messo in riga ben 50 avversari, regolando così gran parte dell’elite del poker mondiale. Tra gli 8 player a premio anche Dominik Nitsche, 5° per 178.500$, Adrian Mateos, 7° per 127.500$ e Daniel Negreanu, 8° per 102.000$. Ma su ‘Kid Poker’ torneremo a breve…

In primis, difatti, ricapitoliamo la struttura di questa nuova e intrigante competizione:

  • 4 tornei da 50.000$ l’uno e Main conclusivo da 100.000$
  • 1 re-entry per gli eventi da 50.000$, freezeout il ‘Main’ da $100.000$
  • 6 giorni di gioco totali
  •  Shot clock: ogni giocatore avrà al massimo 30 secondi per fare action e la possibilità di utilizzare alcuni gettoni per allungare il timebank
  • Purple Jacket: oltre al normale prizepool generato dagli iscritti, una giacca viola al giocatore che totalizzerà il maggior numero di vincite nel corso dei cinque high roller.

A mettere ulteriore pepe su questo campionato high roller è stato proprio il numero uno della all-time money list, che pochi giorni fa su Twitter ha lanciato una stuzzicante side bet.

Tra i tanti che hanno aderito non poteva mancare l’ineffabile Doug Polk, che ha addirittura tribettato (lungo!) la proposta di Daniel…

*prenotato per i 50k. Fammi sapere se vuoi aggiungere uno 0 alla scommessa.

Non ci sono né conferme a smentite a riguardo, ma verosimilmente pare che Danielino sia rimasto sulle sue, riproponendo e confermando la side da 50.000$ vs Doug. Side che, ad ogni modo, sembra essere partita con il piede giusto visto che, degli almeno 10 giocatori che hanno accettato per certo, solamente Stefan Schillabel (3° per  306.000$) si è classificato meglio di Negreanu: Holz, Rast, Hellmuth, Marchese e lo stesso Polk hanno chiuso Otm l’evento #1 e si trovano dunque a rincorrere già da oggi.

Il canadese, tra l’altro, si è presentato a questo evento inaugurale con una mise tutt’altro che scaramantica… 😀

Tra gli altri spunti offerti da questo Poker Masters d’esordio da segnalare anche la partenza a rilento di Ben Lamb (10°), un altro di quelli che non ha saputo tirarsi indietro di fronte a questa succosa prop bet, nonostante le carte sembrassero sorridergli.

Il colpo più spettacolare dell’evento #1 è infatti quello andato in scena tra il former 2-time main event wsop final table (2011-2017) e Cary Katz.

Siamo a 20 left con Lamb apre AJ per poi chiamare i 9bb di all-in di Katz con KK. Lo showdown, che potete vedere nella immagine sotto il titolo, è di quelli da ricordare.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari