Tuesday, Aug. 14, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 13 Giu 2018

|

 

Dario Sammartino 3° al 10.000$ 2-7 Lowball Championship WSOP, vince 114.000$! Doyle Brunson 6°

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dario Sammartino 3° al 10.000$ 2-7 Lowball Championship WSOP, vince 114.000$! Doyle Brunson 6°

Area

Vuoi approfondire?

Ancora una volta è mancato l’acuto sul più bello.

Dopo il terzo posto dello scorso anno al 111.111$ High Roller For One Drop, Dario si deve accontentare di un altro podio di prestigio al 10.000$ 2-7 Lowball Championship WSOP, da cui è stato eliminato pochi minuti fa in terza posizione.

Per Sammartino 114.023$ di premio che sembrano comunque un contentino, vista la qualità del gioco espresso dal napoletano nell’arco di tutta la giornata e vista la solida posizione di chipleader che aveva ancora a 4 left.

Dario inizia la giornata al TV Table in compagnia dei due Brunson, ma senza timori reverenziali di sorta.

Prima rifila un bel bluff a Todd, che per l’occasione indossa una maglia ‘italiana’, forse come tributo all’amico Max Pescatori, quest’anno impossibilitato a presenziare le World Series:

 

E poi toglie un po’ di chips a Doyle in 4bettato.

Call vincente per Dario contro Doyle

Insomma, Dario sembra in pieno controllo della situazione. Nel frattempo al suo tavolo vengono eliminati Todd Brunson e  Ray Dehkharghani e alla composizione del tavolo finale Ufficiale l’azzurro ha il secondo stack in gioco, giusto a una manciata di chips da quello di Mike Wattel.

Ma a Sammartino bastano due shove di fila per diventare chipleader, posizione che poi manterrà per buona parte del Tavolo Finale.

Dopo l’eliminazione di John Hennigan in 7° posizione è proprio Dario a dare una ‘spallata’ a Doyle Brunson, lasciando ‘Texas Dolly’ con due Big Bets nell’ultimo torneo live della sua vita.

Ma dopo l’uscita di James Alexander in quarta posizione il vento sembra cambiare per l’azzurro, che mano dopo mano lascia chips agli avversari, Rast in particolare: emblematica in tal senso è una mano vinta dallo statunitense, buono con un K dopo aver cambiato due carte, mentre Dario che ne ha cambiata solo una trova la coppia.

Proprio il professionista High Stakes, titolare di tre braccialetti WSOP, giustizia l’azzurro:

Dario chiama, riceve un altro Tre e purtroppo è player out. Al momento di alzarsi dal tavolo un applauso risuona nella sala Amazon del Rio Casinò, a tributare il bel gioco espresso dall’azzurro.

Che però ancora una volta è riuscito solamente a sfiorare l’ambito braccialetto… La consolazione sta nel fatto che chi la dura la vince: se Dario continuerà a esprimersi a questi livelli, perchè cinga al polso l’agognato monile è solo una questione di tempo!

Come tutto lasciava prevedere, il torneo è poi stato vinto da Brian Rast che con questa affermazione aggiunge il quarto braccialetto WSOP alla sua bacheca.

 

Payout 10.000$ WSOP 2-7 Lowball Championship

1 Brian Rast $259,670
2 Mike Wattel $160,489
3 Dario Sammartino $114,023
4 James Alexander $81,986
5 Shawn Sheikhan $59,669
6 Doyle Brunson $43,963
7 John Hennigan $32,796
8 Farzad Bonyadi $24,775
9 Ray Dehkharghani $18,955
10 Todd Brunson$18,955
11  Galen Hall$18,955

 

Photo courtesy of PokerNews – Melissa Haereiti

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari