Tuesday, Jan. 26, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 15 Dic 2013

|

 

Actarus: “Conviene avere sempre attivato il Run it Twice, a meno che…”

Actarus: “Conviene avere sempre attivato il Run it Twice, a meno che…”

Area

Vuoi approfondire?

E’ arrivata su PokerStars una delle opzioni di cui più si è parlato dall’arrivo in Italia del cash game: il Run It Twice. Questa possibilità consente a due giocatori che si trovano all-in di girare due o più board nel momento in cui si rivelano le carte, quindi di solito al turn o al river. Così facendo il rischio di essere scoppiati diminuisce sensibilmente, perché se si parte in netto vantaggio è difficile che tutti i board premino la mano che parte sfavorita (anche se di recente è successo live a Maurizio Musso).

Probabilmente ci sono ancora alcuni giocatori che non sono sicuri di come comportarsi davanti alla scelta del Run It Twice. Conviene attivarlo? Sempre o solo in qualche caso? Come influiranno queste mani nel lungo termine? Sono solo alcune delle domande che abbiamo voluto girare a un grande specialista di cash game quale è “Actaru5”, membro del Team Pro Online di PokerStars.

IPC: Ecco il Run It Twice, la prima domanda è d’obbligo per chi magari non lo conosce: quando conviene utilizzare il Run It Twice?

“Actaru5”: Converrebbe utilizzarlo sempre. L’EV della mano infatti non cambia ma diminuisce l’effetto della varianza, potendo i giocatori contare sull’outcome dato da due board differenti.

IPC: Come pensi che questa opzione possa cambiare il gioco? Farà diminuire la fold equity considerando che ora è un po’ meno probabile perdere l’intero stack in un colpo?

“Actaru5”: Secondo me il gioco non dovrebbe cambiare affatto. Quello che era +EV prima resta tale. Posso immaginare però che, tra i giocatori occasionali, magari qualcuno potrà spingere lo stack in all-in con più leggerezza, soprattutto se sta giocando fuori roll.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

IPC: Quindi può far diminuire la varianza dei giocatori forti?

“Actaru5”: La varianza diminuisce per tutti. Ci sarà un appiattimento delle famose ‘linee’ winning ed expected di Hold’em Manager o Poker Tracker che però non so quantificarti al momento. In una situazione ‘normale’, c’è quindi convenienza per tutti i giocatori a tenere il RIT abilitato.

IPC: Non c’è alcuna eccezione? Nessuna situazione in cui possa essere vantaggioso disabilitarlo?

“Actaru5”: Per esempio, essendo il poker un gioco dove la componente psicologica è importante, ci possono essere giocatori più ‘forti’ nel subire le bad beat, e altri invece più inclini al tilt e al conseguenziale peggioramento del proprio gioco. Se un giocatore dal mindset di ferro giocasse in heads up contro un giocatore ugualmente tecnico ma meno dotato di ‘pazienza’, il primo avrebbe vantaggio dal non utilizzare il RIT. Questo perchè approfitterebbe dell’inclinazione al tilt dell’avversario.

Concludendo, potremmo dire che è vantaggioso usare il RIT per tutti, soprattutto per i giocatori che hanno edge e quindi in genere beneficiano dell’appiattimento della varianza. Per quanto mi riguarda, sono molto contento della possibilità di utilizzare questa funzione e credo proprio che la terrò sempre abilitata.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari