Tuesday, Sep. 29, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 8 Gen 2016

|

 

Filippo Voconi brama la TLB di PokerStars: “Sento il bisogno di far qualcosa che non ho mai fatto prima…”

Filippo Voconi brama la TLB di PokerStars: “Sento il bisogno di far qualcosa che non ho mai fatto prima…”

Area

Vuoi approfondire?

L’inizio di un nuovo anno è divertente, perché ognuno di noi ha voglia di ripartire da zero in qualcosa, che sia poker, lavoro, hobby o altro.

Questo concentrato di energia ha investito anche il toscano Filippo Voconi (a sinistra in copertina), che ha tutte le intenzioni di togliere lo scettro di miglior giocatore di mtt su PokerStars ad Antonio ‘barcia916’ Barbato, autore di un 2015 impeccabile e complesso da ripetere.

Il suo obiettivo lo ha scritto a chiare lettere su Facebook, non c’è davvero molto spazio per l’interpretazione:

voconiNon potevamo, dunque, non fargli qualche domanda!

IPC: Hai iniziato l’anno ponendoti un obiettivo che dire impegnativo è poco… cosa ti ha spinto a tanto, Filippo?

Filippo Voconi: Nel 2015 non ho giocato nessun mtt, perché mi sono concentrato sugli Spin&Go: grindavo parecchio, ma non era stimolante tanto quanto fare i tornei. Ho giocato seriamente mtt da fine 2011 a metà 2013, quindi direi che è un rimettersi in gioco, una sfida più con me stesso che con gli altri. Sarà molto impegnativo, stressante, però sento di aver bisogno dopo cinque anni di fare qualcosa che non ho mai fatto prima, perché in passato si poteva grindare multiroom, oggi, invece, solo PokerStars offre un ottimo palinsesto.

IPC: Hai annunciato che giocherai sei giorni su sette, con una media di oltre 50 mtt al giorno. Non temi possa essere troppo? Alla fine hai sempre dimostrato di essere un ragazzo a cui piace godersi la vita.

F.V.: Troppo poco, forse (ride). Si, hai ragione, però direi che me la sono goduta un bel po’ in questi anni, quindi un periodo di sacrificio non è poi la fine del mondo. In passato, comunque, sono stato un grande nerd di giochi, anche se, a dire il vero, ero più giovane…

IPC: Il livello potrebbe alzarsi parecchio visto che diversi cashgamer ‘minacciano’ di passare agli mtt. Quanto sarà dura, dunque, fare profit massgrindando? Ti sei posto qualche obiettivo economico?

F.V.: Il livello si alza sempre, anno dopo anno, indipendentemente dalle scelte dei player. Anche l’omino medio ormai è diventato più ‘skilled’, non va rotto con top pair per 100 blind all’inizio di un torneo. No, non mi sono posto alcun obiettivo economico, ma facendo due conti con 1.700€ di spending al giorno basterebbe un ROI del 20% per fare cifre accettabili. Mi piacerebbe poi vincere la TLB pure per poter giocare live nel 2017…

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

IPC: Filippo, dietro a questa tua scelta c’è qualche scommessa coi colleghi? Il 2015, comunque, lo reputi un anno positivo o meno?

F.V.: No, non c’è nessuna scommessa, però mi farebbe divertire sapere quanto sarei ‘bancato’ in una cosa del genere. Lo scorso è stato un anno senza particolari soddisfazioni, tranne quelle che mi hanno dato i miei stakati.

IPC: C’è qualcosa che potrebbe farti cambiare in corsa il plan? Non temi, insomma, qualche tipo di burnout?

F.V.: Si, se mi rinchiudono in un ospedale psichiatrico e sono impossibilitato a giocare, o se vinco cifre importanti, che ne so… un Sunday Million o un ICOOP da oltre 100.000€. Anche in quel caso, comunque, non sono certo che mollerei la mia sfida, perché è un discorso più personale che economico. La faccio solo per me stesso. Citando Niccolò Machiavelli: “Dove c’è una grande volontà non possono esserci grandi difficoltà”.

IPC: Chi è vicino a te come ha accolto l’idea della tua sfida? A livello tecnico, invece, credi di essere alla pari di ragazzi che hanno cliccato di più in questi ultimi anni?

F.V.: I sacrifici si fanno assieme, però ho promesso un intero mese di vacanza alla fine della sfida. A livello tecnico penso di essere in grado di adattarmi al field e alle tendenze dei regular di oggi, senza dubbio sono una persona che ha studiato il giochino nel profondo. Chi mi conosce bene questo lo sa.

IPC: Per finire, quali sono le distrazioni che ti concederai per staccare la spina da un grinding che si preannuncia intenso? C’è un mtt particolare – magari non tra quelli più grossi – che avresti il piacere di vincere?

F.V.: Per staccare la spina a me basta uscire di casa, abito in Versilia e qua c’è tutto quello che uno vuole. Direi che mi è sufficiente stare con la mia ragazza, gli amici e passare una bella serata tutti assieme, senza ovviamente parlare di poker (ride). Mtt particolari che mi piacerebbe vincere non saprei… ho già vinto tutti quelli del palinsesto di PokerStars, però adesso direi il ‘The Big’ da 5€.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari