Tuesday, Nov. 12, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Ott 2013

|

 

Phil Hellmuth snobba l’High Roller e poi si dà dello scemo

Phil Hellmuth snobba l’High Roller e poi si dà dello scemo

Area

Vuoi approfondire?

Con un colpo di teatro alla sua maniera, Phil “The Poker Brat” Hellmuth ha deciso di “snobbare” l’High roller da 25.000€ delle WSOPE, uno degli eventi di maggior richiamo della manifestazione in corso a Parigi.

Il tredici volte braccialettato ha preferito spostarsi all’Aviation Club per giocare un torneo di Open Face Chinese Poker da “soli” 5.000€ di buy-in.

Su Twitter Hellmuth ha aggiunto che Shaun Deeb sarebbe orgoglioso della sua mossa:

Il motivo della scelta di Poker Brat è diventato un giallo, visto che già in passato aveva mostrato una sorta di ritrosia a giocare i tornei High-Roller, a iniziare dal Big One Drop da 111.000$ di buy-in alle scorse Wsop.

Ma è anche possibile che la scelta di andare all’Aviation sia dipesa dal fatto che, anche lui, sia stato contagiato dalla ‘malattia’ del poker cinese che negli ultimi tempi si è diffusa a macchia d’olio tra i giocatori: tra l’altro, all’Ept di Londra degli inizi di ottobre, Hellmuth ha vinto la picca dell’evento della specialità.

Sia come sia, poche ore più tardi, come già aveva fatto quando non giocò il One Drop WSOP, Poker Brat si è pentito della sua decisione, definendola scema e riconoscendo di essere scemo a volte.

Questa mattina, sempre sul suo profilo Twitter, Hellmuth ha ribadito un’altra volta che quella di non partecipare all’high Roller WSOPE è stata una ‘brutta decisione’, e che per rimediare resterà a Parigi anche per il World Poker Tour che parte domani nella capitale francese.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari