Saturday, Nov. 16, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Mar 2014

|

 

Andrea Dato, un’altra targa italiana nella coppa WPT

Andrea Dato, un’altra targa italiana nella coppa WPT

Area

Vuoi approfondire?

In un tavolo finale davvero molto interessante, con tre italiani e tre stranieri a contendersi i 105.000€ di prima moneta, abbiamo visto praticamente di tutto, vissuto emozioni come non capitava da tempo. Facile dire così quando finalmente è Andrea Dato ad aggiungere un’altra targhetta azzurra nella coppa del WPT, ma in effetti sono stati tanti i motivi per cui ne è valsa la pena.

Il greco Sotirios Koutoupas, uscito in sesta posizione, ha comunque dimostrato che la vittoria all’ultimo EPT di Deauville e il secondo posto sempre all’EPT Praga di qualche anno prima, non sono un caso. Bravo nell’azione e come spesso capita ai vincitori, anche fortunato in alcune occasioni. La quinta piazza è altrettanto interessante, con Alessio Isaia che ancora una volta sfiora il “Bis” di vittorie. Ma il destino non ha previsto questa doppietta per lui, e oggi a dire il vero non è stato nemmeno molto fortunato.

Ma se di sfortuna vogliamo parlare, la palma d’oro oggi non può che andare a Mario Vojvoda, che ha molto impressionato in questi giorni e senza troppo timore di metterle tutte in mezzo. Soprattutto quando in un monster pot per la leadership, si scontra contro Sam Tricket partendo nettamente avanti nell’allin al turn. Poi un magico river per l’inglese lo condanna all’uscita, ma è solo questione di…rush (leggi la mano sul blog in diretta).

IMG_8254In questa girandola di show down, è Maurizio Saieva alla fine a poter essere estremamente soddisfatto di questo terzo posto, in virtù anche della stoica battaglia fatta fin dal Day2 costantemente short ma senza mai abbandonare calma, concentrazione e speranza.

L’HU è quindi quello più atteso, forse uno dei migliori visti negli ultimi tempi (e non solo). Perchè da una parte c’è un Andrea Dato super determinato a portare a casa la vittoria al suo terzo tavolo finale WPT, dall’altra niente meno che “Mr.20 Milioni di dollari vinti in carriera” Sam Trickett.  Che peraltro parte anche con un vantaggio di quasi 3:1 nella sfida finale.

E mentre tutti però si aspettano l’inglese, ecco che esce fuori la classe e la bravura di datino. L’HU infatti appare quasi a senso unico, con Andrea che recupera lo svantaggio, salvo poi ricominciare da capo dopo qualche show down non molto fortunato (diciamolo, Sam è un super giocatore che ha utilizzato tutte le sue armi in ogni fase del torneo, ma non è sfortunato…).

Ci vuole parecchio quindi, prima di vedere finalmente la mano decisiva, quella che porta di nuovo in Italia la tappa WPT di Venezia (dopo Alessio Isaia e Rocco Palumbo) e che lo fa finalmente esplodere di gioia insieme agli amici rimasti a dare manforte.  Vediamola questa classifica finale, colmi di gioia anche noi per aver fatto vedere ancora una volta, come il top range del field italiano non ha davvero nulla da invidiare a nessuno.
1 DATO ANDREA 105.000,00

2 TRICKETT SAMUEL 66.000,00
3 SAIEVA MAURIZIO 42.000,00
4 VOJVODA MARIO 31.000,00
5 ISAIA ALESSIO 24.000,00
6 KOUTOUPAS SOTIRIOS 19.400,00

 

Ed ecco a voi anche le parole a caldo di ANDREA DATO subito dopo aver alzato la Coppa WPT!
httpv://www.youtube.com/watch?v=mKBZO252J9c

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari