Sunday, Sep. 20, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Set 2014

|

 

Mark Newhouse ripensa al Final Table del Main Event WSOP del 2013: “Il più grande disastro della mia vita”

Mark Newhouse ripensa al Final Table del Main Event WSOP del 2013: “Il più grande disastro della mia vita”

Area

Vuoi approfondire?

Mark Newhouse è entrato di diritto negli annali delle World Series of Poker, diventando il primo giocatore della storia a raggiungere due Final Table consecutivi nel Main Event da quando gli organizzatori hanno deciso di farlo disputare a novembre, costituendo i cosiddetti November Nine.

Il giocatore statunitense era già arrivato tra i migliori nove dell’evento WSOP da 10.000 dollari di buy-in un anno fa, arrivandoci però come giocatore più corto al tavolo, e di conseguenza facendo finire la sua avventura novembrina molto presto.

Newhouse, in un promo registrato a ormai due mesi dal Final Table, ha fatto capire di aver fatto tesoro degli errori commessi dodici mesi fa per giocarsi al meglio le proprie chances in vista del suo secondo impegno consecutivo tra gli ultimi nove giocatori rimasti nel Main Event, con un tavolo finale da approcciare con due soli giocatori più “gonfi” di lui, essendo terzo con 26 milioni di fiches nel chipcount guidato dall’olandese van Hoof.

L’anno scorso iniziai il tavolo finale dicendo ‘come va, va’” – ha esordito Newhouse, il quale ha ammesso di non aver avuto chissà quale margine per poter approcciare il tavolo, che ha visto la vittoria finale di Ryan Riess su Jay Farber, nel migliore dei modi.

Newhouse ha proseguito nel suo racconto, tra un sorriso ironico e tanta amarezza che emerge dalle sue parole: “È stato molto deludente arrivare al nono posto, me ne sono accorto quando sono stato eliminato perchè sono stato sommerso da gente che mi diceva ‘bravo, congratulazioni’“, così ha detto Mark, il quale ha ammesso che quel tavolo finale è stato senza mezzi termini “il più grosso disastro della sua vita“.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

E con un altro Final Table del Main Event WSOP da disputare, Newhouse durante il primo ha fatto capire di voler fare grandi cose e di non voler andare nuovamente rotto come un anno fa, come aveva già confidato ai nostri inviati a Las Vegas proprio poco dopo la definizione dei November Nine.

E a Newhouse, che non era riuscito ad attuare la strategia che un anno fa, prima del Final Table, aveva svelato in esclusiva ai nostri microfoni, auguriamo che il suo secondo tavolo finale al Main Event possa essere quello giusto per riuscire ad allacciare al polso il tanto bramato braccialetto delle WSOP, quello più prestigioso!

httpv://www.youtube.com/watch?v=W2UWgslrv-k#t=71

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari