Thursday, Aug. 13, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 15 Lug 2014

|

 

Incredibile ‘back to back’ di Mark Newhouse tra i November Nine: “Non andrò rotto di nuovo”

Incredibile ‘back to back’ di Mark Newhouse tra i November Nine: “Non andrò rotto di nuovo”

Area

Vuoi approfondire?

LAS VEGAS – Negli anni ’80 Johnny Chan vinse due volte di fila il Main Event WSOP, ma erano decisamente altri tempi: il texas hold’em era un gioco di nicchia e gli iscritti furono rispettivamente 152 e 167.

Tra il 2003 e il 2004, ovvero l’anno del boom di Moneymaker e il seguente, il back to back al tavolo finale del Main Event World Series riuscì a Dan Harrington, in quella che fu definita “la più grande impresa mai realizzata nel poker” dall’annunciatore ESPN Norman Chad.

Il prossimo novembre Mark Newhouse potrà superare “Action Dan”.

Dopo essere entrato tra i November Nine lo scorso anno, con 6.352 giocatori ai nastri di partenza, il giocatore del North Carolina ha bissato l’impresa quest’anno, riuscendo a finire nuovamente al tavolo finale di questa edizione del Main Event WSOP che ha contato 6.683 iscritti.

Tra l’altro tra le vittime mietute da Newhouse nel suo cammino per il final table c’è anche il nostro Gianfranco Visalli, uscito in 94° posizione con AK contro KQ di Mark.

Per superare le vincite del back-to-back di Harrington, dopo il nono posto dello scorso anno, a novembre Mark dovrà riuscire ad arrivare almeno in sesta posizione e partirà con il terzo stack in gioco.

Appena scoppiata la bolla, nel parapiglia creatosi intorno al tavolo televisivo ESPN in sala Amazon del Rio, siamo riusciti a raccogliere un commento di Mark sul grande risultato ottenuto:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

” E’ sicuramente un grosso traguardo, ma non posso commentare con affermazioni tipo ‘sono un grande’ o qualcosa del genere. Non voglio dire questo di me stesso. Sì, so benissimo che è un risultato grandioso… ma non dirò mai qualcosa di grandioso su me stesso. Questo e’ tutto ciò che posso dire in merito.

Alla luce del suo tumultuoso passato, Mark ha poi fatto una promessa, più che altro a se stesso:

“E’ l’inizio del mio ritorno. Nel 2006 ho vinto la prima moneta di un milione e mezzo di dollari al Borgata Poker Open ad Atlantic City, ho perso mezzo milione giocando cash game. Poi ho perso altri due milioni e ho totalmente perso la testa. Ho fatto November Nine per la prima volta… sono andato rotto di nuovo. Ma ora sto bene. Non credo che andrò rotto di nuovo”.

 

Guarda tutte le emozioni delle World Series Of Poker nell’ultima puntata di vegas2italy:

httpv://www.youtube.com/watch?v=gsXhV-o5xH0

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari