Wednesday, Jul. 6, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Ott 2013

|

 

Il November Nine Mark Newhouse: “Ecco la mia strategia per il Final Table…”

Il November Nine Mark Newhouse: “Ecco la mia strategia per il Final Table…”

Area

Vuoi approfondire?

Mancano pochissimi giorni al Final Table del Main Event WSOP, l’evento che incoronerà il re del poker del 2013 e che cambierà la vita di tutti i partecipanti rimpinguando i loro conti correnti con cifre da urlo.

Uno solo, però, potrà cingere al polso il tanto agognato braccialetto che (almeno simbolicamente) vale molto più degli otto milioni di dollari della prima moneta.

A quel tavolo ci sarà anche Mark Newhouse, che a meno di una settimana dal grande giorno ha trovato il tempo di concederci questa intervista esclusiva.

IPC: Ciao Mark e grazie per la disponibilità: per iniziare presentati ai nostri lettori che forse non ti conoscono benissimo…

Mark Newhouse: Ciao, grazie a voi. Mark Newhouse è… un giocatore di poker. Provengo dal North Carolina ma da qualche anno vivo a Las Vegas. Qualche volta gioco cash, ma il mio main game sono i tornei.

IPC: Il Final Table è ormai dietro l’angolo, come ti senti? Pensi che il fatto di aver già vinto un torneo importante come il WPT 2006, ti dia un vantaggio sugli altri giocatori?

MN: Bene, mi sento molto bene. Sono fiducioso e so già cosa significa giocare con le telecamere puntate, quindi non sono particolarmente nervoso per questa cosa. Poi andrò lì e tenterò soprattutto di godermi questa esperienza unica. Purtroppo non ho tantissime fiches (7.350.000, circa 18 bui), quindi non ho troppo margine per il gioco post-flop. Ho invece ancora una buona fold equity, quindi spero di poterne approfittare per giocare in steal sulle aperture preflop degli avversari.

IPC: Ti sei preparato in qualche modo particolare in questi mesi?

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

MN: Sono stato in Europa quasi due mesi, per giocare l’EPT di Londra (dove ho chiuso 54°) e le WSOPE (dove ho raccolto appena un in the money), anche se devo dire che questi tornei sono stati più che altro una scusa per fare un po’ di vacanza…

IPC:  Il favorito, inutile a dirlo, è JC Tran. Conosci bene gli altri giocatori? C’è qualcuno che temi in modo particolare?

MN: Effettivamente, JC Tran è senza dubbio il miglior giocatore dei nove, ha tanta esperienza e tantissime fiches, poi è anche un mio grande amico. E’ molto forte anche David Benefield, che ha ottenuto buoni risultati in questi mesi, anche se parte da più short. Loro due sono gli unici che conoscevo prima, in questi mesi ho avuto modo di relazionarmi meglio sia Jay Farber che Ryan Reiss.

IPC: Abbiamo letto recentemente di una mano in cui avevi top two pair al flop ma poi hai foldato turn con JC Tran che ti ha fatto vedere bottom set: c’è qualche altra mano che è risultata decisiva per approdare al Final Table?

MN: Sì, la mano più importante probabilmente è un mio double up contro Anton Morgenstern, io avevo 2 2 e lui A J. Flop: A A 2, finiamo ai resti su una blank al turn. Quel raddoppio mi ha fatto assaporare la chiplead per un po’, poi sono entrato in tante mani e purtroppo ho perso una parte importante dello stack.

IPC: Sai già cosa farai l’anno prossimo? Continueremo a vederti in Europa?

MN: Prima di lunedì è inutile fare dei piani, ci sono davvero tanti soldi in gioco e non nascondo che la mia vita potrà cambiare dal giorno alla notte a seconda di quello che sarà il risultato del Final Table. Se vinco, sicuramente mi vedrete viaggiare e giocare in altri paesi sparsi per il mondo. Altrimenti dipende da quanto vinco, vediamo…

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari