Friday, Jan. 15, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 24 Set 2014

|

 

Dan Cates accusa Tom Dwan: “Non è affidabile, con il suo comportamento farà saltare la sfida”

Dan Cates accusa Tom Dwan: “Non è affidabile, con il suo comportamento farà saltare la sfida”

Area

Vuoi approfondire?

Continuano gli scontri diretti, più verbali che sui tavoli o davanti ad un pc nelle partite high stakes online, tra i giocatori di poker: dopo il duello mediatico tra Ted Forrest e Mike Matusow, ci ritroviamo di fronte alla madre di tutte le bagarre, ovvero quella tra Daniel ‘Jungleman12‘ Cates e Tom ‘durrrr‘ Dwan iniziata ormai quattro anni fa.

Come ricorderete, nell’ormai lontano 2010 Cates e Dwan si sono scontrati sui tavoli cash game di Full Tilt Poker per il durrrr Challenge, poi interrotto a causa del Black Friday con ‘Jungleman12‘ nettamente in vantaggio su ‘durrrr‘.

L’ultima sessione tra ‘Jungleman12‘ e ‘durrrr‘ risale ormai a quasi un anno fa, esattamente a ottobre 2013: il divario era fissato a circa un milione e mezzo di dollari in favore di Cates, che in questi giorni ha deciso di togliere il tappo e di sfogarsi rilasciando un’intervista per i colleghi di PokerListings.com in cui getta parecchio fango nei confronti dell’illustre collega.

Durrrr non è per niente affidabile, non abbiamo mai giocato contro quest’anno e su 62.000 mani giocate un anno fa solo 2.500 facevano parte della sfida“, ha sbottato Cates, che ha fatto capire di essere particolarmente deluso dal comportamento di Dwan, tanto da arrivare a credere che il suo collega-rivale non manterrà l’impegno, che prevedeva la disputa di almeno 4.000 mila mani al mese.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Un comportamento che ha mandato su tutte le furie ‘Jungleman12‘, che dovrà ricevere da ‘durrrr‘, oltre al milione e mezzo già riscosso durante le sfide online, altri 300.000 dollari di ‘penale’, in quanto è stato stabilito all’inizio del Challenge che il giocatore in svantaggio avrebbe dovuto versare 40.000 dollari nelle casse del proprio rivale per ogni mese di inattività.

L’uscita di Cates conferma il periodo decisamente negativo, almeno sul fronte pokeristico, che sta attraversando Tom Dwan, visto che il suo recente ritorno ai tavoli cash game high stakes sembra essere stato un fuoco di paglia.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari