Wednesday, Feb. 28, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Ott 2014

|

 

L’anno da campione del mondo di Ryan Riess: “Mi sfidano tutti, ai N9 dico di non curarsi degli avversari!”

L’anno da campione del mondo di Ryan Riess: “Mi sfidano tutti, ai N9 dico di non curarsi degli avversari!”

Area

Vuoi approfondire?

Manca ormai poco più di un mese al tavolo finale del Main Event WSOP 2014, e già ci si chiede chi sarà a portare via il titolo di campione del mondo in carica a Ryan Riess (in alto, al tavolo con Giacomo Fundarò a luglio, durante il Main World Series di quest’anno).

Dal canto suo ‘The Beast’ sembra essersi decisamente goduto questi dodici mesi da re del No Limit Hold’em dividendosi tra la fama di World Champion e la necessità di tenersi al passo con i migliori giocatori al mondo.

Attualmente Riess è in Australia per giocare le WSOP APAC, e al termine del torneo No-Limit Hold’em Accumulator da 1.100 dollari di buy-in è stato intervistato dai colleghi di PokerListings.com, ai quali ha rivelato come ha trascorso i mesi che hanno seguito la vittoria del braccialetto più prestigioso che ogni anno viene assegnato in quel di Las Vegas.

È stato un anno molto intenso, ho dovuto gestire la pressione dovuta alla vittoria del Main Event ma credo di essermela cavata bene, anche se i primi tempi sono stati molto duri“, ha rivelato Riess, il quale ha ammesso che il divertimento, sia al tavolo che fuori dai casinò, continua a essere alla base tanto della sua vita quanto del suo gioco ai tavoli.

Nell’intervista Riess ha rivelato che dopo la conquista del braccialetto si è trovato spesso sotto il ‘fuoco nemico’ di giocatori che volevano dire di aver tolto chips al campione del mondo in carica:

Tuttora, chiunque si sieda al mio stesso tavolo, gioca soprattutto in testa a testa contro di me: limpano, io raiso, loro re-raisano, io vado ancora sopra e infine chiamano, facendomi costuire molto spesso degli stack imponenti sin dai primi livelli“.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Dopo aver ammesso di aver volutamente partecipato a tornei dagli alti buy-in per misurarsi con i migliori giocatori al mondo, Riess si è rivolto ai November Nines del tavolo finale del Main Event di quest’anno:

Innanzitutto pensate a divertirvi, per molti il Final Table del Main Event viene visto come l’occasione di una vita, ma bisogna godersi il momento. Io sono stato fortunato perché ho vinto a 23 anni e so che potrebbe non succedere mai più. Se posso dare un consiglio, concentratevi sul vostro gioco senza studiare più di tanto gli avversari, io ho fatto così e alla fine ho indossato il braccialetto“.

I racconti di un ragazzo sicuramente fortunato, ma che ha saputo costruirsi volta per volta le proprie fortune, e che a breve si scrollerà di dosso un peso non da poco, ovvero il titolo di campione del mondo in carica.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari