Monday, Feb. 6, 2023

Poker Online

Scritto da:

|

il 9 Mar 2015

|

 

TP doppio: Piroddi beffato dalla scala colore al river di Sorrentino!

TP doppio: Piroddi beffato dalla scala colore al river di Sorrentino!

Area

Vuoi approfondire?

Nella serata di ieri Federico “IFOLDACES4U” Piroddi e Raffaele “raffibiza” Sorrentino sono stati protagonisti di uno spot davvero sick al Sunday High Roller di PokerStars.

Sul fatto che si tratti di una “bad beat” pochi dubbi, ma prima di parlare di cooler meglio ascoltare le voci dei due interessati sullo spot in questione.

Questa l’action:

manaaao

Ed ecco il thinking process dei due protagonisti dello spot.

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Raffaele Sorrentino

“Partiamo facendo una premessa: come potete intuire, non mollo tanto facilmente il mio big blind [ride]… Dopo aver difeso con quelle carte, il flop è praticamente il migliore che possa cadere. Sulla sua bet così piccola decido di raisare lungo, pronto ovviamente ad andare broke. Al turn sono pronto a bettare 70-80% pot su qualsiasi carta, convinto di assicurarmi molto spesso il piatto. Scende una delle mie e non posso esimermi dal call sul suo push. Anche se sono stato molto fortunato al river non mi piace troppo la sua condotta. A parte l’apertura con J7, troppo lag da Utg+1, avrei preferito un suo check behind flop. Il solo call al mio raise mi piace ancora meno visto che su ogni turn sarà molto spesso costretto a giveuppare sulla mia puntata che non gli dà odds per mettere.”

 

Federico Piroddi

“Il mio open utg+1 con J7 è sicuramente discutibile, ma in game faccio fatica a open foldare suited connectors (1-2-3 gap)… Poi la mano si gioca da sola: c-betto flop dove hitto flush draw e chiamo il check raise che a livelli così bassi spesso indica un punto forte: in questo caso credo abbia settato o abbia addirittura scala al flop. Turn faccio flush e shovo for value e per protection sulla sua bet visto che al river possono cadere carte che rovinerebbero la mia mano, ad esempio se si paira il board o esce un altro quadri che potrebbe freezare l action. Il check behind al flop? Sono d’accordo, ci può stare per mille motivi: pot-controllerei già in quella street e nasconderei ancor di più il mio flush draw, ma in game, piuttosto deep, ho pensato fosse preferibile una puntata. Fosse andata check/check, bet/call turn, al river mi sarei salvato….”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari