Friday, Dec. 6, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Giu 2015

|

 

WSOP – Alessio Isaia nono nel 6 max, bene Cristiano Guerra nel day 1A del Millionaire Maker

Area

Vuoi approfondire?

Evento #12 1.500$ No limit hold’em 6-max (1.651 entries – montepremi 2.228.850$)

Si ferma sul più bello l’avventura nel torneo di Alessio Isaia. A un passo da quel final table già raggiunto tre volte nel corso della sua carriera dal professionista piemontese. Nona posizione per lui e 29.643 $ di vincita dopo un torneo regolare sempre giocato stando nelle posizioni alte del chipcount.

La mano dell’eliminazione è un cooler in guerra di bui. Rimasto con meno di 20 bui il Fabbro va all in sull’apertura da piccolo buio di Iaron Lightbourne con K10 ma si trova dominato dall’AK dell’inglese. Un asso al flop sembra subito metter fine ai giochi anche se un insperato draw di cuori al turn potrebbe ancora far sperare nel miracolo. La donna al river spegne le speranze di Isaia e del popolo azzurro che lo seguiva sperando in un replay dell’impresa di Max Pescatori.

La vittoria finale va all’israeliano Idan Raviv, già visto anche in Italia per alcuni eventi dell’Italian Poker Tour.

Dopo un lungo heads up sconfitto proprio l’inglese Lightbourne, al suo secondo risultato ITM alle WSOP dopo l’ottimo ventiduesimo posto dello scorso anno nel Main Event. Sul podio anche il brasiliano Manoel Filho, in precedenza a premio nel Colossus, l’evento dei record di questo campionato del mondo.

Sesto il professionista Mike Watson che non riesce ad ottenere il braccialetto nonostante sia già arrivato a quasi dieci final table. Il Canadese si è lamentato della diretta streaming delle WSOP in un tweet abbastanza polemico.

mike watson tweet

Si è fermata invece in dodicesima posizione la corsa di Steve Billirakis, chipleader al termine del secondo giorno di gara.

Questo il payout del final table

1. Idan Raviv – 457.007 $

2. Iaron Lightbourne – 283.063 $

3. Manoel Filho – 186.108 $

4. Markus Gonsalves – 122.586 $

5. Craig McCorkell – 82.467 $

6. Mike Watson – 56.835 $

Evento #14 1.500$ No limit hold’em Shootout (1.000 entries – montepremi 1.350.000$)

Delineato il final table dell’evento numero 14. Un torneo shootout che vedrà impegnati domani gli ultimi 10 giocatori rimasti a contendersi una prima moneta da oltre 283.000 dollari.

Per ora tutti i giocatori si sono assicurati almeno 16.740 $.

Saranno otto statunitensi, insieme al russo Anton Smirnov e alla giocatrice di Taipei Kuo Hui Chen a contendersi il bracciale. Tra questi sia giocatori sia della vecchia scuola sia giovani provenienti dall’online, ma per chiunque vincerà sarà una prima volta. Nessuno infatti ha già in bacheca un evento delle World Series.

Il nome più noto è sicuramente quello di Dennis Phillips, terzo nel main event WSOP del 2008. Oltre alla Kuo ci sarà poi un’altra donna, l’americana Elizabeth Montizanti.

I favoriti però sembrano essere tre giovani giocatori provenienti dal mondo online: Barry Hutter, Daniel Strelitz e Grayson Ramage.

Hutter in particolare è on fire avendo già guadagnato quasi 50.000 dollari a queste WSOP. La soddisfazione dei tre giocatori è racchiusa nei loro tweet.

Barry Hutter Tweet

Daniel Strelitz tweet

Grayson Ramage tweet

Evento #16 1.500$ No limit hold’em MILLIONAIRE MAKER (3.347 entries)

Numeri strepitosi per un altro evento molto atteso di queste World Series of Poker, il Millionaire Maker, torneo che garantisce, a fronte di un piccolo buy in, 1 milione di dollari di premio per il primo classificato.

Il day 1 A del Millionaire maker attira 3.347 giocatori nelle sale del Rio e si va verso l’abbattimento della barriera delle 7.000 entries, viste le attese del day1b in programma domani. Potrebbe essere così superato il record di presenze dello scorso anno.

Al termine della giornata in vetta troviamo il giocatore proveniente da Panama Tomas Altamirano con 265.7000 chips. Lo seguono da vicino Christian Pham e Austin Buchanan.

Tanti i giocatori professionisti impegnati e alcuni di essi hanno giocato molto bene nel day 1 chiudendo nelle posizioni alte del count.

Justin Bonomo e Calvin Anderson superano le 135.000 chips, mentre altri nomi da tenere d’occhio per il day 2 in programma domenica sono Antonio Esfandiari, Sorel Mizzi, Olivier Busquet e Eugene Katchalov.

Eugene Katchalov tweet

Katachalov supera il day 1A del Millionaire Maker

Tra gli italiani non hanno avuto fortuna Tommaso Briotti e Alessio Careddu, mentre sono ancora in gara all’imbustamento Cristiano Guerra con ben 100.800 chips e Andrea Vezzani (39.700), .

In programma nella nottata il day1b che vedrà schierati tanti professionisti italiani tra cui Carlo Savinelli e Andrea Benelli.

Evento #13 2.500$ Omaha/Seven Card Stud Hi/Lo (474 entries – montepremi 1.078.350$)

Non è bastato il day 3 per decretare il vincitore del braccialetto dell’evento 13. Sono rimasti infatti in tre a contendersi i 269.612 $ della prima moneta. Chipleader è lo statunitense Hani Awad con oltre 3 milioni di chips e oltre il 60% dei gettoni in gioco.

A dargli battaglia saranno l’inglese Benjamin Dobson e il russo Konstantin Maslak. Per tutti e tre potrebbe rappresentare il primo braccialetto della carriera.

Eliminato in sesta posizione lo specialista di Omaha Brendon Paster.

IL PROGRAMMA DI SABATO 6 GIUGNO

Evento 13: Omaha/7 Card Stud Hi/Lo 2.500 $- 3 left

Evento 14: No Limit Hold’em Shootout 1.500 $ – Final Table

Evento 15: Pot Limit Hold’em Championship 10.000 $ – Final Table

Evento 16: Millionaire Maker 1.500 $- Day 1B

Evento 17: Razz Championship 10.000$ – Day 1

Segui tutti gli aggiornamenti da Las Vegas sulla pagina Facebook dell’evento WSOP 2015.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari