Friday, Mar. 22, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Feb 2016

|

 

Rocco Palumbo sbolla il tavolo finale ufficiale dell’High Roller di Dublino: “Triste uscire con quattro più corti al tavolo”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Rocco Palumbo sbolla il tavolo finale ufficiale dell’High Roller di Dublino: “Triste uscire con quattro più corti al tavolo”

Area

Sfuma il sogno della doppietta azzurra negli High Roller della tappa di Dublino dello European Poker Tour.

Dopo l’impresa di Mustapha Kanit avevamo chiaramente fatto più di un pensiero sul fatto che per la prima volta nella storia i due tornei dal buy in più elevato di una tappa Ept potessero arrivare sul suolo italiano.

Il nostro portabandiera era Rocco Palumbo e partiva nel giorno conclusivo con uno stack in average forte di quasi 30 big blind.

Dopo l’eliminazione del corto Diego Ventura erano due pezzi da novanta come Sam Chartier e Christoph Vogelsang ad abbandonare la compagnia lasciando così i 10 rimanenti a contendersi uno dei più prestigiosi e ricchi final table della stagione.

E quando anche lo svedese Jerry Odeen ha abbandonato la competizione in decima piazza si è potuto formare il final table da nove giocatori con il nostro Rocco che partiva tranquillo a metà del chipcount.

L’inizio del tavolo finale è stato molto positivo e nonostante la presenza di giocatori molto forti come Davidi Kitai, Timothy Adams, Emil Patel e il campione del mondo Ryan Riess, il nostro portacolori ha subito dimostrato come nulla lo possa impensierire e si trovi a suo agio nel gotha del poker mondiale live, oltre che online.

Ha incrementato subito il suo stack vincendo tre difficili spot in rapida successione e così si è portato in una posizione di comodità

Alla fine del livello 22 la situazione vedeva in testa al count il tedesco Akin Tuna, mentre Rocco era quinto nel count con 782.000 gettoni pari a 26 big blind.

Ben quattro giocatori più corti del ligure e il sogno azzurro del back to back italiano si faceva sempre più concreto.

“RoccoGE” però ha dovuto abbandonare il sogno di ripetere l’esultanza riprodotta nella nostro foto di copertina proprio quando era da poco iniziato il nuovo livello di gioco.

Sull’apertura dello statunitense Samuel Panzica, Rocco Palumbo forte di AK ha mandato all in.

Per il giocatore a stelle e strisce però è stato il più facile dei call con AA e il board liscio come l’olio gli ha consegnato il piatto già al turn.

Incredibile delusione per Rocco che si deve accontentare dei 40.200 € del nono posto e non potrà comparire nelle classiche foto di rito del tavolo finale ufficiale.

Il ligure ha espresso attraverso Facebook la sua grande delusione per un risultato che logicamente lo lascia con l’amaro in bocca visto che è stato colto da un cooler proprio sul più bello.

 

Out rocco palumbo high roller

Purtroppo l’avventura italiana a Dublino non può così registrare un altro exploit dopo la vittoria di Mustapha Kanit e la picca portata a casa da Marco Leonzio.

I senatori però ancora una volta hanno fatto valere tutta la loro esperienza e dopo il bel diciassettesimo posto al main event di Luca Pagano, questa nuova ottima prestazione del braccialettato ci fa ben sperare per il Grand Final di Montecarlo.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari