Friday, Jan. 28, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 18 Feb 2016

|

 

Rocco Palumbo e un nuovo approccio ai tavoli online: “Meno volume e più focus!”

Rocco Palumbo e un nuovo approccio ai tavoli online: “Meno volume e più focus!”

Area

Vuoi approfondire?

In una recente intervista rilasciata a pocketfives, il nostro Rocco “RoccoGe” Palumbo ha rivelato gran parte dei propri obiettivi per questo 2016.

A differenza di quanto fatto sino ad oggi, il genovese sembra essere intenzionato a prestare maggiore attenzione nei tavoli in cui si schiererà, privilegiando dunque il focus al mass-grinding:

“In questi ultimi due anni – dice – sono stato sulle montagne russe! Downswing e upswing ai quali non ero abituato, ma in fondo piuttosto normali se paragonati ai games che ho giocato. In questo inizio anno sono particolarmente motivato, ma penso che grinderò solamente quando ne avrò veramente voglia. Cercherò di mantenere il mio spending mensile sotto i 100.000$, in altre parole non più di 700-800 tornei al mese.”

Nonostante la rivisitazione della propria schedule, le parole del braccialettato 2012 farebbero comunque arrossire diversi grinder. Eppure, proprio come “Actaru5” sul punto it, Rocco sembra essere più che mai intenzionato a modificare il suo approccio ai tavoli online:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Dal 2012 a oggi ho giocato veramente tantissimo, ma ora non riesco più a sostenere certi ritmi. Il grinding estremo porta ad un’esasperazione fisica e mentale. Tra l’altro, pur considerandomi ‘un ragazzo dell’online’, niente mi dà soddisfazione come una deep run live e in questo 2016 spero di poter rivivere alcune emozioni già provate in passato. Giocherò sicuramente i più importanti eventi dal vivo del panorama internazionale.”

Vuoi l’alone di San Valentino ancora nell’aria, Palumbo ha infine speso parole al miele per la sua famiglia, che lo supporta sempre in tutto e per tutto, nonostante la forzata lontananza che un lavoro come il professional poker player comporta:

“E’ dura stare lontano da mia moglie e mio figlio, ma ogni volta che ne abbiamo la possibilità ci incontriamo per stare insieme. Lui ha 7 anni e mi ha visto grindare da quando è nato, quindi vede il poker al pari di una qualsiasi altra professione. Quando sarà più grande gli spiegheremo bene tutta la faccenda!”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari