Monday, Nov. 29, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Lug 2016

|

 

Doug Polk: “Il poker live è molto più semplice”

Doug Polk: “Il poker live è molto più semplice”

Area

Vuoi approfondire?

Dopo aver detto che i giocatori MTT sono molto più scarsi dei cash gamer, Doug Polk continua a sparare a zero senza peli sulla lingua!

Questa volta il recente vincitore del braccialetto WSOP Tag Team prende di mira il poker live, accusandolo di essere molto più semplice di quello giocato al pc.

Sappiamo tutti che Doug Polk è uno dei migliori giocatori in circolazione nel cash game high stakes online, ma anche nei tornei live i suoi risultati non sono da poco: due braccialetti e un secondo posto WSOP, e più di cinque milioni di dollari di vincite lorde nell’arco di cinque anni di gioco.

Insomma per farla breve non c’è dubbio che Doug sappia quello che dice. Ecco che cosa ha detto nel dettaglio ai colleghi di CodigoPoker che lo hanno intervistato durante le recenti World Series.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Online e live sono due cose molto differenti, ma considerate che ho giocato soli cinque eventi e ne ho vinto uno. Quando gioco live mi sembra sempre davvero così semplice. Non sto dicendo che si possa vincere sempre ovviamente, c’è un’altissima varianza nei tornei, e se vedi solo brutte mani o subisci qualche cooler potrai perdere. È divertente ad esempio che volessi così tanto il braccialetto al $111.111 e ho perso in due colpi…”

La differenza ovviamente sta nel field: ai più alti livelli online incontrerai i più grandi giocatori sulla piazza, mentre ad un torneo live di qualsiasi entità ci sarà sempre spazio per un occasionale che ci renderà la vita più facile.

“La fortuna gioca un ruolo molto più determinante in questo tipo di formato, ma so che è tutto molto più casuale, perché la gente contro cui gioco non è così spietata. Viceversa ai cash game high stakes affronto persone come Ike [Haxton], Sauce [Ben Sulsky] e molti altri ottimi giocatori di HU. È molto più dura. Ad esempio se si dovesse foldare il 40% delle mani e invece foldi il 45%, loro ti exploitano subito. Live incontri giocatori molto più ricreativi, che sono lì per divertirsi, e non devi avere questo genere di problemi. È sufficiente seguire le tue read e giocare al meglio possibile.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari