Monday, Oct. 25, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 22 Ago 2016

|

 

Doug Polk – La ‘Bankroll challenge’ vola grazie a due primi posti in MTT da oltre 400 dollari

Doug Polk – La ‘Bankroll challenge’ vola grazie a due primi posti in MTT da oltre 400 dollari

Area

Sono passate due settimane dall’inizio della challenge di Doug Polk, ed il bankroll di WCGRider, dopo alcuni stenti, finalmente ha superato quota $500 (cinque volte i $100 iniziali), grazie ad una doppietta di primi posti MTT ieri sera.

Polk ha scoperto nei Sit’n’Go full ring una miniera d’oro, un po’ per il field morbido che addirittura spesso resta in Sit Out, ma soprattutto per la segnalazione di un fan su Twitch che lo avvisa: “Doug, sai che c’è una leaderboard sui Sit? Tu sei al 16° posto e ne pagano 30!”. Il primo prende $500, ottimo “boost” per scalare i livelli in breve tempo!

Questa spinta però è arrivata prima del previsto: Doug conquista prima $89 in un $3 rebuy che ha contato solo 42 entries, e successivamente altri $313 in un $3 rebuy da $800 garantiti, che ha attratto questa volta 162 giocatori e ha regalato a Polk un bankroll che offre una più ampia possibilità di manovra. Ma per i $10.000 ce n’è ancora strada da fare.

Come sempre durante lo streaming si trova spazio per rispondere alle domande dei fan su Twitter, prima però Polk decide di concentrarsi su alcune Frequently Asked Question:

La challenge ha termini di tempo?

“No, non c’è un limite temporale alla challenge, ma molto probabilmente andrò in pausa in occasione delle WCOOP, che trasmetterò comunque su Twitch.”

Perché usi il miniraise come size di apertura standard? 

“Questa è una cosa interessante di cui parlare: ho pensato a lungo alla strategia da usare, ho studiato tutto ciò che può servire su aperture, 3-bet eccetera, ed ho scoperto che ogni 20 cent viene detratto il 5% del pot per la rake. Di conseguenza le size ottimali sono studiate in modo da non dover superare queste soglie. Con queste size cerco di non superare i $0,20 di pot per non pagare la rake, ma quando succede cambio strategia e aumento le size per indurre al fold e non pagare la rake. Nei tornei e nei Sit invece lo faccio per investire il meno possibile.”

Qual è la tua strategia di bankroll managment? 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Uso una strategia molto mista. Ho cominciato con una gestione molto conservativa, ma poi ho notato che il field dei SnG da $5 è davvero semplice e ho cominciato a giocarli. Un errore che ho commesso è stato pensare solo alla crescita del roll e non al valore che si poteva estrarre dai vari games, con i Sit da $5 è veramente difficile che io perda 30 buy in, quindi continuerò a giocarli.”

Ecco invece le domande del pubblico:

Qual è il software di poker che ha aiutato di più il tuo gioco? 

“Direi Poker Tracker. I software di tracking memorizzano una grande quantità di mani e ti permettono di vedere cosa sbagli e come rimediare, una cosa importantissima nel poker. Se giochi su una room che ti permette di usare software di tracking fallo assolutamente, studia il tuo gioco, le tue statistiche, quelle dei reg, in quali posizioni vinci e in quali perdi. Sono cose importantissime se vuoi davvero migliorare il tuo poker”

Qual è il range di mani di 4-bet in bluff ideale nel cash game HU? 

“Il range di 4-bet standard è TT+, AK, ma contro giocatori più loose va benissimo aggiungere 88, 99, AQs. Nei bluff metterei assi-X suited e qualche K-X con il quale non puoi chiamare. Il discorso è complicato e non posso rivelare il mio range precisamente perché sto cercando di avere ancora una carriera nel poker. Prendi una mano, ad esempio A7s e la userai x% delle volte, non posso dire in base a cosa, ma diciamo che devi dividere le mani in ‘buone’ e ‘che non puoi chiamare’. Contro avversari con la tendenza a chiamare metterai AQ, 88, 99, e contro chi ha la tendenza a foldare aggiungerai AX off, KX off, mani che non hanno grandi chance di hittare bene, ma che riducono le possibilità che il nostro avversario abbia buone mani.” 

Come aggiusti il gioco in generale contro avversari short-stack (meno di 70bb), spesso amatori?

“La prima cosa da pensare è che dobbiamo giocare per value molto più light: non puoi considerare mani come JJ, TT come ‘non buone’, non puoi considerare 77 come ‘non buona’, AQ diventa il nuovo AK. La seconda è considerare se l’avversario si sta committando o no. Se la risposta è no possono sempre bluffare, quindi non overfoldare pensando che non possano bluffare mai quando invece possono eccome. La terza è fare attenzione ad aprire più light con shortstackers dopo di te, perché aumentano le possibilità che vadano all in, e loro investiranno molto meno per vincere la stessa quantità.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari