Sunday, Aug. 9, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Dic 2016

|

 

Insultata per aver chiamato 80 bui con A-10 al WPT, Cate Hall sfida il flamer Dentale a un heads-up televisivo

Insultata per aver chiamato 80 bui con A-10 al WPT, Cate Hall sfida il flamer Dentale a un heads-up televisivo

Area

Vuoi approfondire?

Al casinò Bellagio di Las Vegas si sta giocando in questi giorni il WPT Five Diamond Poker Classic.

I 791 iscritti di questo ricchissimo evento hanno generato un montepremi da 7.672.700$ e ci sarebbero parecchie notizie interessanti da riportare.

Tra i 19 left a caccia del final table per esempio c’è Richard Seymour, campione della NFL che vanta tre anelli vinti al Super Bowl, la famosissima finale del football americano.

C’è un’altra storia però che ha fatto molto rumore e che è nata proprio lì al WPT. La protagonista è, suo malgrado, la giocatrice Cate Hall, una regular molto nota del tour.

Due giorni fa la Hall ha perso una brutta mano nel corso del torneo contro Barry Hutter. I due sono finiti ai resti preflop in un colpo da 157 bb (documentato nella foto in alto) che ha fatto il giro della rete.

Hutter ha pushato dopo una serie di rilanci. Sono seguiti 10 minuti di tanking da parte della Hall che doveva mettere 101.600 con 120.000 totali dietro.

Alla fine la Hall si è chiamata da sola il tempo e negli ultimi secondi utili ha fatto call con A-10 in mano trovando dall’altra parte J-J.

Tutti sono rimasti molto sorpresi. Il board 6-5-2-4-7 non ha regalato scoppi e la Hall è rimasta con dieci bui, sostenendo poi di aver avuto le sue ragioni per fare quel call…

C’è chi si è scatenato intanto su Twitter attaccando e insultando pesantemente la Hall. Si tratta di Mike Dentale, giocatore americano che non ha una bellissima reputazione.

Vi avevamo parlato di Dentale qualche mese per un grave fatto di collusion denunciato da Jason Wheeler. In quell’occasione Dentale cerco di aiutare clamorosamente una ragazza, Lily Kiletto, ad un sat live.

Stavolta invece Dentale non si dimostra per nulla un gentleman, accanendosi contro la Hall, colpevole fondamentalmente di aver messo 80 bui preflop con A-10.

Il flame social è nato da un tweet ironico di Dentale: “Ho sentito che Cate Hall ha giocato molto bene. Quando le carte non girano dalla tua parte devi fare affidamento sulle skill“.

 

 

La diretta interessata ha risposto sfidando il provocatore in un match heads-up, a qualunque condizione.  Inizialmente sembrava che la sfida potesse avvenire già il giorno immediatamente successivo…

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

hall-dentale-twitter

 

Poi però la cosa si è fatta ancor più interessante. Cate Hall ha voluto portare l’heads-up in TV. Sembrava che tutto stesse per saltare, quando Matt Glantz ha pubblicato invece questo tweet:

 

 

Una conferma è arrivata dalla Hall. In poche ore il caso in America ha scatenato un gossip morboso e sul noto forum 2+2 si sprecano i commenti.

 

 

Insomma, dovremo aspettare qualche mese ma pare che la sfida si farà. I due avversari si affronteranno per somme importanti.

Non a caso il duello si chiama Heads-Up 4 Roll. Pare che il buy-in sarà 10.000$ a testa per un totale di 20.000$ in palio.

Nel frattempo il simpatico Dentale sui social sembra divertirsi molto con i fotomontaggi e le prese in giro nei confronti della Hall.

Il caso è davvero singolare perché solitamente le giocatrici del live vengono trattate con rispetto, a volte anche eccessivo.

Stavolta invece per la Hall non c’è stata pietà e lei allora ha voluto reagire come un vero macho, prendendo l’affronto molto sul personale… Come finirà?

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari