Monday, Sep. 21, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Feb 2017

|

 

Che flame su Twitter! Tutti vogliono soldi da Cantu che si difende: “È normale per un pro avere debiti a sei cifre”

Che flame su Twitter! Tutti vogliono soldi da Cantu che si difende: “È normale per un pro avere debiti a sei cifre”

Area

Vuoi approfondire?

Ogni tanto, dal nulla, su Twitter si scatenano flame incredibili tra i poker pro!

In queste ore nell’occhio del ciclone ci è finito in particolare Brandon Cantu, player americano che vanta in carriera oltre 4 milioni di dollari shippati in tornei live.

Nonostante il suo ottimo palmares, che comprende anche due braccialetti WSOP e un titolo WPT, si dice in giro che Cantu sia andato praticamente broke e che abbia seri problemi finanziari.

A sostenerlo è Jason Mercier, il quale ieri ha chiesto a Cantu in privato dei soldi indietro, scatenando in lui una rabbiosa reazione diventata di dominio pubblico.

Il gossip su Cantu nei social network è iniziato in verità ancor prima. Qualche giorno fa, infatti, Phil Hellmuth in un innocuo tweet raccontava di aver giocato una bella sessione di varianti con Cantu.

Daniel Weinman lì è entrato a gamba tesa commentando così: “Se Cantu vince magari può regolare il nostro debito da 50mila dollari vecchio di 5 anni“.

Shaun Deeb ha aggiunto pepe alla causa di Weinman: “Se Cantu paga sarebbe come vincere un torneo senza aver pagato il buy-in“.

Cantu ha ammesso rivolgendosi a Weinman: “Sì, ti devo dei soldi e intendo pagarti. Vergognati, hai reso pubblica la cosa. Pensavo avessi più classe di Shaun Deeb“.

 

 

Tutto ciò è stato però solo l’antipasto di un confronto durissimo tra Cantu e Mercier. Il pro di PokerStars probabilmente si è preoccupato per le voci su Cantu e ha deciso di scrivergli privatamente per un vecchio debito.

Cantu a quanto pare si è offeso e ha taggato perfino PokerStars per chiedere spiegazioni sul comportamento del pro, secondo lui colpevole di averlo minacciato:

 

 

La risposta di Mercier non si è fatta attendere: “Di che stai parlando? Sto cercando di riavere dei soldi che ti ho prestato 3 anni e mezzo fa. Devi essere fatto o stupido“.

Il pro di PS a quel punto ha deciso di rendere pubblici tutti i dettagli della storia, fornendo ai suoi followers i messaggi privati tra lui e Cantu.

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Nei messaggi Mercier pretende di avere del denaro entro un giorno da Cantu: Scrive: “Ho visto i tweet. Risponderò pubblicamente anche io se non cominci a ripagarmi.

È passato troppo tempo ed è assurdo che tu non mi abbia dato neanche un dollaro. Voglio 1.000$ entro domani. Sono passati quasi quattro anni e tu mi avevi detto che mi avresti restituito il prestito in tre giorni“.

Cantu replica: “Sono sorpreso dal fatto che tu voglia unirti ad un attacco senza classe. Voglio pagarti ma ora non ho i soldi.

Io ti ho già pagato 260.000$ quando te li dovevo e ora stai facendo questo casino per delle ‘noccioline‘. Buona fortuna“.

Mercier: “Sono passati 3 anni e mezzo. Li chiami noccioline quando probabilmente sei broke? La tua volontà di pagare sarà chiara quando sgancerai qualcosa.

Tu continui a respirare, mangiare e vivere e hai l’audacia di sostenere pubblicamente di essere nel giusto. Sei una barzelletta. Pagami appena puoi“.

Non contento, Mercier invita Cantu a cancellare il suo account aggiungendo un’altra polemica, sicuramente meno grave: “I tuoi 10mila followers finti non si arrabbieranno, non ti preoccupare“.

 

 

A questo punto Twitter è stato inondato dai messaggi rabbiosi di Cantu, che se l’è presa un po’ con tutti, sottolineando ancora come un pro di PokerStars dovrebbe comportarsi diversamente da Mercier.

 

 

Cantu sostiene candidamente che è normale per un poker pro avere debiti da centinaia di migliaia di dollari quando si giocano quelle cifre nei vari casinò.

Mercier invita Cantu a smetterla: “Più scrivi e più ti rendi imbarazzante“. Nella rissa virtuale si è inserito ovviamente anche Doug Polk, sempre presente, per criticare Cantu.

Di sicuro la diatriba non finisce qui. La credibilità di Cantu sembra ormai compromessa ma lui continua a difendersi. Serviranno altri pop-corn!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari