Tuesday, Jul. 16, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 19 Ott 2018

|

 

Quali sono i tell più diffusi nel poker online?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Quali sono i tell più diffusi nel poker online?

Area

Vuoi approfondire?

Diversi amanti del poker tendono a disdegnare l’online perché, a loro parere, è quasi impossibile far valere la propria capacità di leggere i tell avversari.

Che dal vivo sia possibile raccogliere più informazioni è fuori di dubbio, ma siamo sicuri che online non si possa comunque carpire qualche tell a chi ci sta davanti?

A grandi linee le “extra info” reperibili nei tavoli online si riducono alle size scelte e al timing con cui si fa azione, salvo informazioni accessorie sulla tipologia di giocatore reperibili tramite Sharkscope o, quando ancora era in voga, attraverso lo status VIP.

Quest’oggi abbiamo scelto di sviscerare l’argomento cercando di capire quali siano i tell più diffusi che ogni buon pokerista dovrebbe tenere in considerazione quando gioca online.

 

Snap action

  • instant call: ovviamente ci riferiamo agli snap call effettuati tra flop e turn, in quanto venire ‘snappati’ al river significa dover girare le carte…La maggior parte degli amatori tende a chiamare istantaneamente con un draw o con una mano di medio valore, per vedere subito la carta successiva. Attenzione però a quei regular che tendono a giocare in maniera molto veloce qualsiasi colpo!
  • instant raise: in genere è sinonimo di forza, anche se è bene non dare mai nulla di scontato nel poker. Bisogna anche fare distinzione tra un click raise (ovvero quando l’avversario rilancia istantaneamente il minimo importo possibile) e un instant raise con una size più corposa.
  • instant check: alcuni giocatori tendono a checkare istantaneamente quando non hanno una mano di valore e altri quando hanno già un punto chiuso. Seguire il flow della partita è fondamentale per capire questa differenza.

Slow action

  • check ritardato: quando un giocatore pensa tanto prima di checkare in genere è un segnale di debolezza. Chi gioca online da più tempo ha imparato a fare azione senza variare estremamente il timing a prescindere dalla decisione, tuttavia sono ancora molti i player che prendono più tempo del solito nella speranza di indurre l’avversario a rallentare la sua aggressione.
  • call ritardato: può essere interpretato come un segnale di forza, come se si volesse far finta di essere indecisi sebbene si abbia perfettamente chiaro in testa cosa fare e come farlo.
  • raise ritardato: così come per il call, anche in questo caso potrebbe significare forza. E’ bene ricordare però che non sempre le cose stanno così e, come detto qualche paragrafo sopra, è bene contestualizzare il tutto invece di affidarsi ciecamente a un singolo tell.
  • giocatori in sit out: se, nel corso di una mano, un giocatore va ripetutamente in sit out senza che vi sia un problema con la connessione probabilmente si trattera di un regular che gioca su più tavoli. Se ci troviamo nelle fasi iniziali di un torneo la cosa più probabile è che stia giocando ABC, senza inventarsi chissà quale mossa.

Bet sizing

  • bet con più numeri: ci sono giocatori che, in alcune situazioni, utilizzano delle size con tanti numeri e invece di puntare 10.000 tondi ad esempio, preferiscono puntare qualcosa come 9.989. In genere size di questo tipo vengono fatte per rappresentare più forza di quanto non sia. Attenzione però a chi riesce a farlo sia con monster hand che con aria totale!
  • overbet: l’overbet è una mossa polarizzante (salvo i casi di merging): o tutto niente insomma, anche se viene effettuata molto più spesso con una mano fortissima piuttosto che con aria totale.
  • bet piccole/grosse: se ci troviamo davanti degli amatori, la size scelta può indicare una maggiore o minor forza della mano. Alcuni utilizzano size non adeguate in bluff per minimizzare le perdite, a scapito però della fold-equity…

E dopo questa carrellata di tell, da prendere sempre con le pinze in quanto se vi fosse una scienza esatta non staremmo qua a scriverne ma saremmo da qualche parte a prendere il sole con il conto in banca pronto a espoldere…Seguire con attenzione il flow della partita e rimanere concentrati rimane la chiave per avere successo, sia live che online!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari