Wednesday, Nov. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Feb 2019

|

 

Jack Effel presenta le WSOP n° 50: “Sarà un’edizione storica, con le migliori strutture al mondo”

Jack Effel presenta le WSOP n° 50: “Sarà un’edizione storica, con le migliori strutture al mondo”

Area

Vuoi approfondire?

Il programma completo è stato annunciato a fine gennaio e ora si comincia a pensare seriamente alle prossime WSOP di Las Vegas.

Questa estate nella storica location del Rio si gioca l’edizione n° 50 delle Series e ovviamente gli organizzatori hanno introdotto grandi novità per l’occasione.

Jack Effel, vice presidente delle World Series, è intervenuto in un podcast dei colleghi di PokerNews per chiarire, commentare e anticipare quello che vedremo tra poche settimane in mezzo al deserto del Nevada.

Prima di tutto ha cercato di spiegare in poche parole cosa vuol dire buttar giù il programma dell’appuntamento pokeristico più importante al mondo:

Non ho una risposta breve sul come si fa il programma delle WSOP. Si mischiano varie cose, tipo quello che è stato fatto in passato e quello che va di moda. Ricordatevi però che noi abbiamo tanti giocatori che giocano soltanto le World Series durante l’anno e niente altro. Bisogna valutare dunque tante cose. Ci sono anche tanti debuttanti ai tornei delle Series. Bisogna insomma studiare chi sono i nostri giocatori.

Per questo offriamo diversi tipi di eventi per diversi tipi di giocatori. Non esiste il torneo perfetto per tutti. Bisogna ottimizzare il calendario. Nei weekend, per esempio, ci sono più eventi adatti a chi lavora durante la settimana.

Sostanzialmente esistono due due tipi di giocatori. Il grinder che vuole strutture tecniche per far crescere il proprio bankroll e l’amatore che vuole vivere una bella esperienza e magari fare il colpaccio della vita. Vogliamo creare un ambiente fatto di divertimento e grandi opportunità, dando spazio anche a varianti come il Limit. Le WSOP sono in pratica le Olimpiadi del poker e non vogliamo commettere errori, imparando dalle esperienze passate“.

Effel dice la sua sui cambiamenti alle strutture e sull’affermazione del Big Blind ante: “In questa edizione abbiamo optato per cambiamenti drastici, perché vogliamo avere le strutture più belle al mondo“. Tra le novità ci sono anche i final day che prevedono sempre sei giocatori soltanto. Il motivo di tale scelta è facilmente intuibile: “Gli extra day hanno creato disagi. Se un evento non finisce quando è previsto, molte persone sono coinvolte“.

 

 

Veniamo ai nuovi eventi, partendo dal Big Fifty che a fine maggio prevede 500$ di buy-in e zero rake al primo ingresso! In palio ci saranno 5 milioni di dollari nel complesso e 1 milione al vincitore. Effel orgogliosamente dice: “È una sorta di evento di ringraziamento per tutti i giocatori. Senza di loro non ci sarebbero le WSOP

Sul nuovo Mini Main Event invece dice: “Tutti amano il Main Event e tutti vorrebbero fare pratica prima del grande appuntamento“.

Stessa cosa vale per il Deepstack Championship: “Tutti amano i Deepstack giornalieri“. E sul Salute to Warriors aggiunge: “Grande iniziativa. Sono sicuro che avrà successo anche tra i giocatori che arrivano da oltre 100 nazioni estere“.

Concludiamo con l’vento del 10 luglio dedicato a tutti i vincitori di braccialetti del passato: “Ci sarà una lunga late registration e una struttura profondissima dedicata al club esclusivo dei vincitori del passato che avranno la possibilità di vincere ancora“.

Insomma, il 2019 sarà un anno storico per le Series di Las Vegas: “Spero che tutti i giocatori di poker del mondo vengano a farci visita. Ci sono cose che non abbiamo mai fatto prima e che dobbiamo ancora annunciare. Se non siete mai stati alle WSOP, questo è l’anno giusto per farlo. Tutti i tipi di giocatori potranno trovare qualcosa per loro al Rio“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari