Wednesday, Dec. 11, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 16 Lug 2019

|

 

Chris Moneymaker e David Oppenheim entrano nella Hall of Fame del poker

Chris Moneymaker e David Oppenheim entrano nella Hall of Fame del poker

Area

Vuoi approfondire?

Siamo tutti elettrizzati dalla deep run di Sammartino al Main WSOP ma c’è un’altra notizia importante oggi da commentare.

Chris Moneymaker e David Oppenheim sono stati introdotti nella Poker Hall of Fame Class del 2019. I due sono diventati rispettivamente il 57° e 58° membro del prestigioso club che comprende i migliori giocatori di sempre.

Vediamo allora come hanno reagito a caldo i due nuovi membri. Moneymaker ha detto: “Voglio ringraziare tutti i fans che mi hanno nominato e il panel che ha votato per me. Sono grato di stare nella Poker Hall of Fame in mezzo a giocatori grandiosi. È una bella cosa per la mia famiglia. I miei figli potranno vantarsene quando saranno più grandi“.

Sentiamo anche Oppenheim: “Essere riconosciuto come uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi dai propri pari è imbarazzante. Sono onorato di essere stato selezionato dalla Hall of Fame. Sono fortunato perché faccio questo per vivere. Non ho mai pianificato di fare il professional poker player, è stata una passione diventata lavoro.

La gente mi chiede spesso come si divente un poker pro. La risposta è il duro lavoro e vale per tutti quelli che giocano ai più alti livelli. Da quando iniziati a giocare sono sempre stato incredibilmente appassionato e ciò mi ha permesso di proseguire su una strada che pochi possono praticare. Di nuovo, sono estremamente grato di ricevere questa onorificenza. Grazie“.

Moneymaker e Oppenheim si uniscono a un club che recentemente si è allargato anche con John Hennigan, Mori Eskandani, Phil Ivey, Dave Ulliot, Todd Brunson, John Juanda, Jennifer Harman, Daniel Negreanu…

Niente da fare invece per Chris Bjorin, David Chiu, Eli Elezra, Antonio Esfandiari, Chris Ferguson, Ted Forrest, Mike Matusow e Huck Seed. Per qualcuno di loro, comunque, è solo questione di tempo, ne siamo sicuri.

Chi è Chris Moneymaker?

Davvero non lo conoscete? Torniamo nel dubbio al 2003, anno che cambiò per sempre il poker. In quella edizione delle WSOP il nostro Moneymaker (allora 27enne) si qualificò al Main Event spendendo 86 dollari online e vinse una prima moneta da 2,5 milioni di dollari. Tutto venne ripreso dalle telecamere di ESPN (per la prima volta con le carte personali visibili in video) e fece il giro del mondo. Nel giro di tre anni poi i numeri del Main crebbero in maniera vertiginosa, arrivando al record di presenze del 2006 quando trionfò Jamie Gold. Altro cognome che fa sorridere pensando a quello che significa per la storia del poker. Tornando a Moneymaker, va detto che il ragazzo di Nashville ha fatto parecchia strada negli ultimi quindici anni, cashando 100 volte in quattro differenti continenti. Ma niente batterà quella sua cavalcata storica al Main del 2003.

Chi è David Oppenheim?

Il 46enne californiano Oppenheim è sicuramente meno famoso di Moneymaker, ma da oltre un ventennio è uno dei top player nel cash game. Per quanto riguarda i tornei dal vivo, non arriva ai 2 milioni di dollari vinti. Tra i suoi piazzamenti più importanti ricordiamo un terzo posto da 603mila dollari ottenuto nel Poker Players Championship delle WSOP 2010.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari