Sunday, Oct. 20, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 24 Set 2019

|

 

Hyper-Dario! Dopo il titolo WCOOP Sammartino centra il Sunday Supersonic

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Hyper-Dario! Dopo il titolo WCOOP Sammartino centra il Sunday Supersonic

Area

Vuoi approfondire?

Dario Sammartino ha vinto (un altro) torneo di poker online.

Se la notizia si limitasse all’ennesimo shippo del vice-campione del mondo, nonché neo campione WCOOP, che sì, è avvenuto proprio ieri notte, non varrebbe quasi la pena scriverne.

Quel che c’è di più nella vittoria del Sunday Supersonic High Roller da 1.050$ di buy-in, sull’estensione “dot.eu” di PokerStars (ricordiamo che Dario non risiede in Italia, come la maggior parte dei nostri migliori talenti, per potersi misurare con un field internazionale), riguarda la consapevolezza di possedere un talento puro, “made in Italy”, che dà lustro alla figura del professional poker player.

Alcune settimane fa abbiamo affrontato l’argomento con Mustapha Kanit (LEGGI QUI perché Musta ha firmato la nostra petizione sulla liquidità condivisa), che evidenziava come in Italia fosse impossibile intraprendere una carriera da professionista, mettendo l’accento su quanto sia paradossale che i migliori esponenti nazionali vengano considerati delle eccellenze (e per questo valorizzati) ovunque fuorché nel loro paese.

He’s on fire, no doubt…

Che in questo specifico periodo della sua carriera pokeristica Sammartino stia ottenendo dei risultati strabilianti è sotto gli occhi di tutti. Inutile negarlo.

Attenzione però a celebrare le singole imprese come se risiedesse lì la maggiore o minor abilità di un giocatore:

In fondo ieri sera è stato come vincere il Need for Speed”  – ci dice quasi imbarazzato.

Effettivamente il field non aveva le proporzioni di quello del Main Event: 277 ingressi, formato hyper-turbo. Due ore di gioco e il gioco è fatto.

Che poi il field fosse composto da “blanconegro” (Connor Drinan), C.Darwin2, Igor Kurganov e via discorrendo è una differenza che percepiamo solo noi comuni mortali. Questione di prospettiva in fondo, no? D’altronde lui è Dario Sammartino e, specie di questi tempi, sono gli altri a sperare di non incrociarlo.

WCOOP supersoniche

Ho giocato queste WCOOP con grande serenità e, fortunatamente, sono arrivati anche dei bei risultati. Dopo l’esperienza al Main ho avuto la necessità di staccare completamente e ricaricare le batterie.

E in effetti, in una recente chiacchierata a Barcellona, Dario ci aveva confessato che prima dell’EPT dei record si era preso una bella pausa dal poker. Chi non se la sarebbe presa dopo aver fatto secondo al torneo più importante al mondo, direte voi.

Tuttavia riconfermarsi a distanza di così poco tempo e soprattutto con field decisamente più tosti di quelli che si affrontano a un qualsiasi torneo delle WSOP, non è mai scontato:

La vittoria al KO delle WCOOP è stata una grandissima soddisfazione, ero felicissimo! Per vincere un MTT ci sono tanti aspetti che devono andare per il verso giusto, non mi va di parlare di questa o quella mano: semplicemente ho avuto la fortuna di potermi creare le condizioni ideali attorno. I risultati sono soltanto una piacevole conseguenza.”

Le due settimane di WCOOP, con il successo nel KO High Roller e nel Sunday Supersonic, corrispondono a un altro bel segno “più” nel bilancio di un anno indubbiamente stellare. Ah già, ecco come sono andate le cose l’altra sera:

Se vi siete persi il racconto della cavalcata di Dario Sammartino al Main Event WSOP DATE UNO SGUARDO QUI

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari