Il poker è davvero un bel gioco quando floppi quads e l’avversario ha i mostri | Italiapokerclub

Monday, Apr. 6, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Gen 2020

|

 

Il poker è davvero un bel gioco quando floppi quads e l’avversario ha i mostri

Il poker è davvero un bel gioco quando floppi quads e l’avversario ha i mostri

Area

Vuoi approfondire?

Altra perla dagli streaming del Live At The Bike.

Il format cash del casinò californiano, che la settimana scorsa ha ospitato il nostro Andrea Buonocore, ha deliziato gli spettatori con una mano in cui una giocatrice si è trovata a floppare poker.

Al Bike è la seconda volta che accade nel giro di pochi giorni: ma mentre nello spot precedente la protagonista che aveva quads mise a segno un fold che ridefinì i confini dell’incredibile,  a questo giro la dinamica della azione la porta a massimizzare, complici anche i Re posseduti dalla avversaria.

Vediamo subito la mano nel dettaglio.

 

Brutto floppare quads?

Sessione cash game 5$/10$ con utg straddle 20$. Da hijack Kristy apre 150$ coppia di Sette, Candie tribetta 455$ da small blind con coppia di Re, chiama Kristy

Flop 775 Candie punta 600$, chiama Kristy

Turn 5 Candie check, Kristy punta 600$, call

River Q Candie check, Kristy all-in per 1.250$, Candie chiama e getta le carte nel mucchio

Ecco la grafica che riassume tutta la action della mano:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
mano candie kristy bike ok

clicca per ingrandire

 

Quante volte deve essere buona Candie perchè il suo call sia profittevole?

Esaminiamo meglio la matematica del call river di Candie, non prima però di aver dato una occhiata alla strada che è probabilmente la chiave di volta di tutto lo spot, ovvero il turn.

Già, perchè quella mini-bet di Kristy in posizione, della stessa entità della cbet flop di Candie, puzza come un giocatore che è stato al tavolo per quattro giorni di fila senza toccare acqua e sapone.

Nel piatto ci sono già 2.110$, Kristy ha uno stack di circa 1.800$: il fatto che non vada all-in, nonostante abbia meno di una pot-sized bet, potrebbe far venire il dubbio che la giocatrice voglia ridurre al minimo la sua fold equity.

D’altro canto Candie al turn deve mettere 600$ per andare a vedere un piatto di 2.770$: il suo call, per fare even, deve essere buono il 17,8% delle volte.

Kristy, insomma, con quella minibet al turn tiene dentro l’avversaria. Sull’all-in river, Candie deve decidere se mettere 1.250$ su un piatto di 4.620$ per un call che deve essere positivo il 21,2% delle volte per fare break-even.

Per giustificare il suo call, probabilmente, Candie avrà pensato che l’avversaria potesse fare la stessa action anche con coppie più alte delle carte del board (da 8-8 a J-J) e magari anche con qualche Asso forte (A-J o A-Q visto che gli A-K sono blockerati dalla sua coppia di Re).

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari