Friday, Jul. 30, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 25 Giu 2021

|

 

Chi è Kevin Rabichow, uno tra i migliori in Heads Up, pronto a distruggere gli MTT

Chi è Kevin Rabichow, uno tra i migliori in Heads Up, pronto a distruggere gli MTT

Area

Vuoi approfondire?

Kevin Rabichow è stato uno dei partecipanti al WPT Heads-Up Championship vinto pochi giorni fa da Phil Ivey dopo una finale spettacolare contro Patrik Antonius.

Secondo Doug Polk era uno dei favoriti per la vittoria, anche se alla fine non è riuscito a superare il primo round contro un quasi inarrestabile Sam Greenwood.

Conoscendo Polk e sapendo che raramente ha buone parole verso altri poker player, ci ha incuriosito molto il fatto che lo definisse “uno dei più forti player contro cui abbia mai giocato“, così abbiamo fatto qualche ricerca.

Kevin Rabichow, il prodigio Heads-Up

Il suo primo approccio al poker è uno tra i più comuni: un paio di amici che studiano insieme il pomeriggio e giocano a poker la sera. Eppure già a quei tempi per Rabichow la faccenda era molto più seria: pensate che in un forum di poker (ormai chiuso) tracciava tutti i risultati dei suoi home games da $2. “La prendevo molto seriamente. In retrospettiva è quasi divertente!

Kevin ha iniziato con il poker online nel 2005, e nel 2008 era un giocatore a tempo pieno, studiando in parallelo per la laurea in economia all’università di Chicago, città in cui è nato.

Specializzato nel No Limit Heads-Up, nel 2011 giocava $10/$20 su Full Tilt, PokerStars e Absolute Poker con il suo storico nickname ‘KRab42’. Stava per acquistare una grindhouse a Chicago quando una telefonata lo informò del Black Friday.

“È stato un colpo finanziariamente devastante, ma ero in una situazione dove sentivo che potevo avere successo.”

Così come molti altri giocatori si trasferì con i suoi compagni di poker in Canada, a Toronto, per continuare la sua carriera di grinder: “È stato come un incubatore per accelerare la mia velocità di crescita. Ci scambiavamo idee tutto il tempo. Abbiamo giocato 12-14 ore al giorno per due anni di fila. Nel 2013 ero a tutti gli effetti un giocatore professionista.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Rabichow è anche uno stimato coach, principalmente Heads-Up ma anche 6-Max, MTT e cash game live, tanto da far parte da anni della scuola Run It Once di Phil Galfond.

Dagli HU agli MTT

Kevin dichiara guadagni da oltre un milione di dollari nel cash game e di 2 milioni in tornei tra live e online. Il suo profilo Hendon Mob al momento riporta vittorie lorde per $751.678, i risultati online sono più difficili da reperire, ma a grandi linee possono confermare le dichiarazioni di Rabichow.

La sua specialità è stata per anni, come detto, l’Heads-Up cash game, ma l’ambiente high-stakes è diventato con il tempo troppo ostile. “Le lobby sono piene di giocatori che aspettano che si sieda qualche fish, e quando succede il fish viene ripulito. La differenza di edge è enorme, praticamente non hanno chance di vincere. È diventato un brutto ambiente”.

Kevin non è mai stato uno di quei giocatori che voleva sfidare i migliori per sentirsi il migliore. Voleva solo massimizzare i guadagni.

Per questo da un paio di anni si sta dedicando ai tornei, cominciando da subito con un runnerup al Party Poker Live Millions North America da $484.460 nel 2019. Il 2020 ha purtroppo frenato un po’ i suoi progetti, ma ora che i tempi sembrano un po’ più rosei forse sentiremo parlare di lui più spesso.

In realtà con questo 2020 che ha portato alla luce le challenge Heads-Up, Rabichow si sente molto stimolato dalla cosa, e non è da sottovalutare un suo ritorno nella disciplina. È stato uno dei giocatori con cui si è allenato Polk per la sfida con Negreanu.

Nota di colore: quando non gioca a poker, Kevin è appassionatissimo di cucina e frisbee. Se lo seguirete sui social troverete praticamente solo immagini dei suoi manicaretti e nemmeno una mano di poker!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari