Tuesday, Dec. 7, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 4 Nov 2021

|

 

Una maratona di 124 ore a un tavolo cash game: distrutto il record di Phil Laak!

Una maratona di 124 ore a un tavolo cash game: distrutto il record di Phil Laak!

Area

Vuoi approfondire?

C’è un nuovo record pokeristico in attesa di essere ratificato per il Guinness dei Primati.

I giorni scorsi, nella nuova sala da poker del Resort World inaugurato a giugno a Las Vegas, il 49 enne Zach Gensler (in alto, foto del portale CardsChat che ringraziamo) ha giocato cash game per 124 ore filate!

Nessun errore di battitura, stiamo proprio parlando di centoventiquattro ore.

Il giocatore di Moorhead, Minnesota, si è seduto alle tre di pomeriggio del 27 ottobre scorso e si è alzato più di cinque giorni dopo, alle sette di pomeriggio dell’1 novembre.

Gensler ha così superato di nove ore il record stabilito nel 2010 da Phil Laak al Bellagio, facendo letteralmente impallidire le sessioni-fiume cash game che negli anni hanno visto impegnati gli italiani in trasferta a Las Vegas per le World Series of Poker, a iniziare da Dario Sammartino. Vediamo come è nata e si è sviluppata questa impresa.

 

Una idea che viene da lontano

Secondo quanto riporta CardsChat, che ha seguito da vicino la maratona pokeristica di Gensler, nel tempo il 49 enne si è reso conto di avere una spiccata attitudine per le prove di resistenza fisica. L’idea di superare il record di Laak gli ronzava in testa da anni.

Dopo essersi informato presso il Guinness World Records di tutti i requisiti formali necessari alla ratifica ufficiale del record, e aver contattato la poker room del nuovo Resort World, Gensler ha raggiunto Las Vegas e dopo alcune sessioni di allenamento si è messo a giocare.

Il personale del casinò doveva controllare che fosse presente alla distribuzione delle carte di tutte le mani, e in un monitor della sala è partito il counter delle ore da lui passate al tavolo.

clicca per ingrandire

Come è andata la sessione maratona

A differenza di Laak, che chiuse in attivo la sua sessione da record giocando 10$/20$ al Bellagio, Gensler ha riportato un rosso di 1.200$ al termine della maratona.

Ma a ragion veduta si può dire che ha sconfitto gli avversari perdendo solo dalla rake. Intorno alla ora di gioco numero 90, peraltro, il 49enne era in attivo di 800$.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Poi la stanchezza si è fatta sentire. Nel corso delle 124 ore al tavolo verde Gensler ha fatto qualche breve pausa di 15 minuti e solo su indicazione esplicita del Guinness dei Primati si è concesso qualche pausa più lunga, in cui ha approfittato per riposare gli occhi nella sua macchina parcheggiata fuori dal casinò.

Secondo quanto riporta CardsChat, il giocatore avrebbe avuto un momento di annebbiamento intorno all’ottantesima ora della maratona: dopo aver parlato con un regular della struttura dei tornei al casinò South Point, Gensler è entrato in confusione chiedendosi se non avesse cambiato casa da gioco.

Una frequentatrice della sala da poker del Resort World ha postato su Twitter due selfie con il giocatore all’inizio e poi al termine della maratona pokeristica:

Gensler immortalato alla nona ora di gioco…

 

e poi al termine della maratona. Notare la barba.

 

Quando sarà ratificato il record?

Non appena raggiunte le 124 ore di gioco lo stesso Gensler, che via social aveva aggiornato costantemente sulla maratona pokeristica in corso, ha ‘cinguettato’ tutta la sua gioia:

Le prove della impresa del 49enne sono adesso al vaglio del Guinness dei Primati, a iniziare dalle riprese video della sala da gioco. Non appena la durata sarà ratificata del record di Phil Laak resterà solo il ricordo.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari