Wednesday, Jul. 6, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Giu 2022

|

 

Il tavolo da urlo con Dario Sammartino al day 2 del Mixed Big Bet WSOP

Il tavolo da urlo con Dario Sammartino al day 2 del Mixed Big Bet WSOP

Area

Vuoi approfondire?

Ma tu guarda che redraw. Il sorteggio dei tavoli al 2.500$ Mixed Big Bet delle World Series Of Poker non è stato propriamente amico con il nostro Dario Sammartino.

Di sicuro il napoletano non deve avere paura di nessuno, ma il Caso ha voluto che al suo tavolo, su 101 giocatori rimasti in corsa, sarà concentrato un nugolo di avversari particolarmente skillati.

A eccezione di Dario e del brasiliano Kerber che sarà seduto alla sua immediata destra, gli altri quattro sono tutti “braccialettati”: insieme ammontano la bellezza di dieci titoli WSOP e uno di questi è del Main Event!

Ecco come sarà composto il tavolo di Dario: conosciamo meglio gli avversari che affronterà a partire dalle 22 ora italiana.

 

Posto 1 – Kelvin Kerber

Il brasiliano al posto 1 ha il terzo stack del tavolo (96.400) ed è il giocatore meno titolato del lotto. Non che sia l’ultimo arrivato. Klevin Kerber vanta vincite in tornei live per settecentomila dollari. Dei presenti al tavolo di Dario, però, è l’unico che a oggi non può essere considerato un top player.

 

Posto 2 – Dario Sammartino

Dopo aver fatto letteralmente il fuoco a inizio World Series, con il tavolo finale al 50k High Roller e i terzi posti al 100k High Roller bounty e al 25K Heads-up Championship, Dario Sammartino ha un po’ morso il freno. Tre giorni fa è andato a premio all’evento Flip-out ma i suoi obiettivi sono ormai ben altri, come ha chiarito lui stesso. Dario ha il secondo stack del tavolo, 160.800 chips.

 

Posto 3 – Richard Ashby

Qui iniziano i problemi. Avere alla immediata sinistra il chipleader del torneo non è mai un bene. Se poi detto chipleader ha più del doppio del tuo stack (387.100) ed è un giocatore skillato come Richard ‘Chufty’ Ashby, possono essere davvero dolori.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

L’inglese ha accumulato vincite live per più di due milioni e mezzo di dollari e nel 2010 ha vinto il braccialetto WSOP al 1.500$ Seven Card Stud. In queste WSOP non è ancora andato a premio.

 

Posto 4 – Josh Arieh

Al tavolo di Dario c’è anche il player of the year WSOP in carica. A novembre 2021 Josh Arieh ha relegato Phil Hellmuth in seconda posizione grazie a due braccialetti, uno al 2.000$ PLO, uno al Championship Omaha hi-lo. Ma il 47enne di Rochester ne aveva già due in bacheca, uno vinto a Limit nel lontano 1999, l’altro sempre a Omaha nel 2005. Alla partenza del day 2 avrà uno stack di 87.300 chips.

 

Posto 5 – Anthony Zinno

Altro cliente parecchio scomodo per Dario, un bene che sia lo short del tavolo (30.600 chips). Fu proprio Anthony Zinno a eliminare Sammartino al tavolo finale del Main Event WSOPE 2019 con un call criticato in blind war. Fortissimo a NLHE, il 41enne di  Cranston, Rhode Island, è letteralmente implacabile nelle varianti.

In bacheca ha quattro braccialetti: uno vinto nel 2015 all’High Roller di PLO, uno nel 2019$ sempre a un 1.500$ Omaha hi-lo e due nella ultima edizione, al Championship di Seven Card Stud e al 1.500$ H.O.R.S.E.

 

Posto 6 – Ryan Riess

In mezzo a tutto questo ben di Dio poteva mancare un vincitore del torneo più importante delle World Series tutte? Ovviamente no, ed ecco infatti il campione del Main Event 2013 Ryan Riess al posto sei.

Dopo quella vittoria il 32enne di Clarkston, Michigan, si è confermato su altissimi livelli. Non a caso da quello shot da otto milioni ne ha vinti altri sette. Alla partenza del tavolo Riess avrà 68.400 chips.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari