Thursday, Sep. 19, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 25 Mar 2015

|

 

Open Face Poker: il Flush

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Open Face Poker: il Flush

Area

Vuoi approfondire?

Saper giocare bene i punti forti nell’Open Face Poker è di fondamentale importanza. Una delle combinazioni che dà il maggior numero di punti è il flush.

Chiudere colore nella fila più bassa ci regala 4 punti bonus, mentre cinque carte dello stesso seme in the middle garantiscono addirittura 8 punti.

Il flush d’altro canto è un punto in realtà abbastanza semplice da raggiungere soprattutto se abbiamo un set favorevole.

Partire dal posizionare bene le prime cinque carte è come abbiamo visto il must dell’open face.

Se nel set quindi abbiamo quattro carte dello stesso seme è facile posizionarle tutte in the back e andare diretti col nostro flush draw.

L’importante è avere chiara la nostra strategia: non pensiamo che alla ottava o alla nona carta se non abbiamo chiuso colore dobbiamo giveuppare e mettere una semplice coppia d’assi. Siamo partiti per giocare colore e così posizionare scala, set, doppia coppia o addirittura un colore più basso nel centro e cercare di andare in Fantasyland al top della nostra mano. Portiamo la nostra pianificazione fino alla fine e soltanto quando mancano un paio di carte o quando ci rendiamo conto che abbiamo pochi out lasciamo la via intrapresa.

Se nel set abbiamo tre carte dello stesso seme la ricerca del flush draw non sarà più così automatica. A volte sarà preferibile mettere una coppia sulla stessa riga  o posizionare l’asso nella fila centrale per cercare di piazzare due donne o due re al top.

Qualora le carte fossero tutte diverse, di valore basso e di due semi diversi potrebbe essere interessante piazzarne tre sotto e due nel mezzo per cercare un doppio flush da dodici punti totali. Ma se per esempio sesta e settima carta non sono dei due nostri semi abortiamo subito il tentativo e cerchiamo di piazzare due doppie coppie con una coppia alta al top.

Vediamo infine il flush in Fantasyland.

Il colore se siamo nella terra mitica delle carte tutte in una volta assume meno importanza perché possiamo facilmente vedere se possiamo realizzare full o più nella fila bassa. Quando però non abbiamo dei tris possiamo pensare di piazzare comunque il nostro flush al bottom.

Facciamolo a condizione che sia un colore al kappa o all’asso o che sia replicabile anche nella fila centrale.

Prova a mettere in pratica questi consigli giocando su OpenFacePoker, la prima piattaforma online italiana dedicata esclusivamente all’Open Face: ti aspetta anche un bonus benvenuto di 100 euro!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari