Friday, Aug. 12, 2022

Strategia

Scritto da:

|

il 17 Ott 2015

|

 

Hamnett su Burnitz… che value! Alessandro Pichierri analizza uno storico spot del WPT season XI

Hamnett su Burnitz… che value! Alessandro Pichierri analizza uno storico spot del WPT season XI

Area

Vuoi approfondire?

Comodamente steso sul divano, lo zapping di un anonimo venerdì sera d’autunno mi ha portato ieri sera ad un breve blitz sul canale 222 di Sky. PokerItalia24 proponeva il final table del WPT Borgata season XI.

Riccardo Trevisani ed Erion Islamay, puntuali e taglienti come sempre in cabina di commento, sono rimasti a dir poco sconcertati riguardo una mano giocata tra Ben Hamnett (futuro vincitore dell’evento) e Matthew Burnitz, poi runner up.

Lo spot in questione si è svolto a 6 left e offre certamente più di uno spunto di riflessione.

manowpt

In ‘presa diretta’ Islamay ha definito il push di Hamnett totalmente nosense, visto che a suo modo di vedere verrebbe pagato esclusivamente da meglio. “Sta trasformando il suo A-Q in bluff!”. Il call di Burnitz gli dà torto.

Non conoscendo dettagliatamente le skills dei player in questione è difficile stabilire se l’all-in al river di Ben sia effettivamente così ragionato. A conti fatti possiamo assolutamente definirla una value bet geniale.

Tra il sesto e il primo classificato c’erano ben 700.000$ di differenza e questa mano ha lanciato Hamnett verso il trionfo finale.

In giornata abbiamo chiesto ad Alessandro ‘deben93’ Pichierri un parere più approfondito sul colpo in questione.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“È una mano molto particolare, infatti è datata 2012. Oggi come oggi è davvero dura vedere degli spot del genere a dei final table live. La mini tribet da bottone di Hamnett non so se sia per brokare o fatta un po’ così a caso ‘per vedere dove sta nella mano’… Se l’ha fatta perché ha info che utg fourbetterà spesso e ha quindi già plannato di 5-bet shovare bene, qualora invece foldasse a un ulteriore rilancio non mi piace per niente e il call all’open raise sarebbe certamente stata la scelta migliore. La c-bet flop dopo il check avversario è abbastanza standard. Meno standard è il floating oop di A-9: non ho idea che piano abbia… Al turn cade A e cambia tutto. A questo punto A-Q per me ha due vie: o checkare turn per snappare any size any river o cercare di rappresentare il nulla facendo bet turn e shove su molti river. Non mi piace invece la condotta di Burnitz che dopo aver floatato oop si è ritrovato sto A e ha deciso di non uscire più dalla mano mettendole un po’ alla cieca,”

Come sappiamo, Ben opta per la seconda opzione:

“Il river è una semi-blank e a questo punto il push for value depolarizzato mi piace tantissimo! Su tutti i quadri e tutte le blank sarebbe stato un push più easy, ma quel 7 chiude solamente un’improbabile combo di 9-10 e A-7. Burnitz, qualora avesse avuto una mano come 2 pair o meglio avrebbe spesso check/raisare (o leadato) flop o turn su board così coordinato. Nel suo range non vedo tante 2 pair. Tante volte avrà K-J o Q-K, altre proprio A-x, mani con cui potrebbe overthinkare e herocallare come è accaduto. In sostanza credo che il push sia EV+ nel lungo periodo. C’è da dire che non so quante volte avrai la possibilità di giocare un FT con un primo posto di 900.000$…”

Rigurdando lo spot in analisi, anche Islamay appare meno critico rispetto a quanto fatto in cronaca:

“Diciamo che vs avversario sensato, l’all in al river è molto thin perché oppo, a mio avviso, ha ancora tutti i set A-J e A-K nel range fino al river, per cui shovare quella per essere bluffcatchati da A-x è un sogno. Ma se Hamnett sapeva che oppo era fish, e vista la mano lo è sicuramente, allora ci può anche stare.”

E voi, che ne pensate? All-in spettacolare o sconsiderato? Ditecelo sulla nostra fanpage!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari