Thursday, Oct. 1, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 16 Giu 2016

|

 

Chiamare con Re alta 13 left al Millionaire Maker WSOP: il thinking process di Alessio Di Cesare

Chiamare con Re alta 13 left al Millionaire Maker WSOP: il thinking process di Alessio Di Cesare

Area

Vuoi approfondire?

Aveva passato la notte insonne, ma ciò non gli ha impedito di fare un herocall da urlo a un 13 left di quelli che spostano.

Al Final Day del Millionaire Maker WSOP in cui poi ha chiuso in ottava posizione, Alessio Di Cesare è stato protagonista di una gran bella mano contro Jason DeWitt, il player che ha poi conquistato il braccialetto.

Incuriositi dalla action del romano, gli abbiamo chiesto di spiegarci il thinking process messo in atto nello spot:

 

thinking process alessio di cesare dewitt

 

Ecco la spiegazione che ci ha dato Alessio.

 

PREFLOP

Bottone è regular e flatta abbastanza. Nella ora precedente non mi aveva mai tribettato, ero arrivato a showdown con lui 1-2 volte soprattutto in blind war. Nel range ha pocket pair e tante broadway, mentre credo che con assi suited tribetterebbe.

FLOP

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Al flop ho solamente overcards. In 3-way potrei anche decidere di non cbettare, ma punto ugualmente. Il call del bottone non mi dà alcuna indicazione utile sul suo range, perchè potrebbe avere coppia di Jack come di Sei, ma anche tanto floating.

TURN

Il Dieci turn mi apre backdoor e decido di sparare la seconda per mettere pressione a tutte le underpair e per fargli foldare il range di floating, eventuali backdoor e combo come A-Q. Quando chiama ancora qua so già che al river andrò in check-fold molto molto spesso.

RIVER

La sua action river mi fa rivalutare il plan del turn, perchè qui, molto semplicemente, da parte sua mi aspetto un check behind o un push. Quando betta piccolo credo che mi possa valuebettare set, overpair e forse ATs, che comunque si restringe a una / due combo. Di sicuro con KT checkerebbe dietro.

La size molto piccola entra in una dinamica che ho vissuto più volte anche online su punto com, dove molti reg tendono a trasformare così le loro mani e i loro bluff, che comunque vista la size basta che funzionino molto di rado per essere +ev

Quindi rifletto meglio sul suo range: come già detto, il valore che punta è formato da KK-QQ-AA-JJ, due combo di AT e i set, che fondamentalmente sono T-T e 9-9 perché credo che con coppie più basse avrebbe tribettato preflop.

Ho pensato anche che non avendo io K o Q di quadri, tra le sue mani ci sono tante broadway, due combo di QJs e due di KJs (di quadri e cuori), oltre a floating puro anche senza backdoor.

Comunque mi aspetto che tutte le broadway con cui chiama la cbet le continua a callare al turn se becca gutshot o flush draw.

Quindi in base a tutte queste considerazione ho fatto due conti per capire quante volte dovevo vincere per rendere il call+EV, ho guardato un po’ il mio avversario e alla fine ho deciso di chiamare.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari