Thursday, Dec. 3, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 21 Lug 2016

|

 

Thinking Process – Luca ‘toro 240’ Tiramani e uno spot tricky al NL200: “Avrei dovuto foldare turn!”

Thinking Process – Luca ‘toro 240’ Tiramani e uno spot tricky al NL200: “Avrei dovuto foldare turn!”

Area

Vuoi approfondire?

Nel pomeriggio di ieri, Luca “toro 240” Tiramani si è ritrovato immischiato in uno spot davvero complesso ad un tavolo NL200 su PokerStars.

Il piacentino ha condiviso la mano in questione con la community, pubblicandola su uno dei tanti gruppi Facebook dedicati.

Incuriositi dall’action, e dalla scelta presa al river da Luca, lo abbiamo intercettato personalmente per chiedere lumi su questa sua condotta.

Eccovi lo spot, riproposto con l’ausilio della nostra grafica:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

toro

Sentiamo dunque il parere di Luca, che a mente fredda ha avuto l’onestà intellettuale di fare autocritica:

“Preflop direi tutto standard. Flop credo che il check/call sia la linea migliore: sia per pot controllare, underrappando la forza della mia mano, sia per indurre al bluff il mio avversario. La chiave di questo spot è il turn. Contro fish check/callo praticamente sempre perché a volte bluffa veramente a caso, altre avrà qualcosa come J-J giocato no sense. Parte delle volte in cui ha quads betterebbe meno di half, noncurante del volermi stackare, intimorito dal farmi foldare la mia parte del range più debole. Il discorso è che un regular, per quanto il metagame instaurato fosse discretamente ‘spinto’, non betta praticamente mai su quella Q senza poi shovare river. Ma un reg sa bene che a volte potrei averla anch’io la Q. Ed è proprio per questo che check/callo anche turn. Al turn oppo può ribettare per farmi foldare mani come A-K, ma quando viene ancora callato giveuppa davvero quasi sempre perché sa che lo chiamerò praticamente sempre al river. E se shova river significa che ce l’ha davvero. Tornando per un attimo al turn: escludendo abbia J-J, T-T, 9-9, restano qualche combo di fiori in bluff, K-J (pur blockerando 2 k) e tutte le combo di Q (A-Q, K-Q, Q-J, Q-T, Q-9s, Q-8s). Le combo di Q sono dunque nettamente superiori a quelle di bluff. Alcuni potrebbero ‘accusarmi’ di essere stato incoerente tra turn e river e, lo ammetto, a mente fredda, avrei dovuto passare già al turn… ma in game, in uno spot così atipico, non è affatto facile!”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari