Tuesday, Oct. 20, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 2 Ago 2017

|

 

TP storici: Miniucchi vs Borsa all’IPT Sanremo 2014

TP storici: Miniucchi vs Borsa all’IPT Sanremo 2014

Area

Vuoi approfondire?

Altro doppio thinking process di mani che hanno fatto la storia del poker live italiano.

Quest’oggi analizziamo uno scontro in bolla all’Italian Poker Tour Sanremo 2014 tra Marcello Miniucchi e Alessandro Borsa.

Ecco lo spot che abbiamo graficato sulla nostra pagina Facebook:

mano borsa miniucchi tp storici

 

Ed ecco il thinking process dei due protagonisti.

 

TP Marcello Miniucchi

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Eravamo rimasti in pochi e io apro da CO ricevendo la sua 3bet. Io ho A-J suited che comunque è una mano anche di valore in quel momento, quindi decido di appoggiarmi perché penso che 4bettarla per poi foldare a un suo ulteriore raise sia sbagliato e preferisco fare solo call. Il flop è K-10-9, con due fiori. Lui punta molto pesante su quel flop e nella mia testa non sta rappresentando poi molto in effetti con quel tipo di puntata. Io ho il mio Asso alta e un eventuale gut shot. Fino a quel punto per me lui potrebbe avere qualsiasi cosa, anche 6 e 4 di cuori per dire, anche perché aveva appena avuto due volte consecutive K-K. Io faccio ancora call e il turn è un 6 di fiori. Lì io checko con l’intenzione di givuppare la mano. Se betta non ho altre mosse da fare quindi avrei foldato. Lui però stranamente checka dietro quindi a quel punto lo metto su un valore medio, forse un K-Q o una mano con un fiori abbastanza debole. Non comunque con Asso di fiori. Al turn esce un sette di fiori che chiude non solo l’eventuale colore ma anche una possibile scala colore. Asso di fiori come detto non lo faccio nelle sue mani visto come l’ha giocata, quindi decido di far polarizzare il mio range percepito e esco bettando pesante a un milione e cento (su pot da circa 1,7) che era più o meno metà del suo stack e quindi lo avrebbe compromesso abbastanza. Lui infatti ci pensa davvero tantissimo e poi opta per il fold mostrando i suoi kappa per il colore Io ovviamente giro il mio bluff questa volta.

 

TP Alessandro Borsa

Sì, ovviamente 3betto per valore nel preflop e vado anche un po’ più lungo perché abbiamo ancora stack deep io e Miniucchi. Flop K-10-9 con due fiori, quindi mi trovo con top set e anche il blocker a fiori. Decido di cbettare un po’ più grosso in quanto lui si aspetta spesso che con mani molto forti tengo size piccole, quindi ho provato a giocarla così dato che abbiamo anche un po’ di history insieme online, quindi credo di poter nascondere il mio punto proprio alzando la size in puntata. Faccio circa due terzi pot e lui gioca. Turn 6 fiori. A questo punto dato che non è un torneo online, quindi questa situazione molto probabilmente ci sarà forse una volta nella vita, decido di pot controllare il colpo e tenergli dentro tutto il range di bluff per poi callarlo river. Almeno questo era il plan… al river scende il 7 di fiori. Lui pensa un po’ e poi decide di uscire bettando un milione e cento su 1,3 di piatto. A questo punto nel suo range non vedo molti otto di fiori, che sono poi quelli con cui lui alla fine avrebbe fatto scala colore. A mio avviso quindi era molto polarizzato su colore nuts o aria pura. Decido in questa situazione, non senza averci pensato tantissimo, di hero foldare (probabilmente il fold più sbagliato della mia vita) in quanto perdere quella porzione di stack mi avrebbe probabilmente compromesso il torneo anche perché i bui sarebbero poi saliti da lì a poco e mi sarei trovato a giocare con 13 bui. Ho preferito quindi salvaguardare lo stack, ma l’errore sta appunto nell’aver valutato male il mio avversario. È probabile che contro un altro tipo di avversario magari più chiuso e meno estroverso sarebbe stato un fold anche giusto. Ma contro di lui era effettivamente un call da fare. A volte nel poker devi avere anche il coraggio di metterle dentro e forse questa volta non ho avuto il coraggio di farlo. Diciamo che per riprendere un po’ di rispetto dai miei amici, devo dire che “cavendramin” mi  ha proprio messo le “palle in bocca!”.

 

 

Articolo pubblicato su Poker Sportivo n. 85, maggio 2014

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari