Tuesday, Oct. 22, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 5 Mag 2019

|

 

Prendere sempre le decisioni migliori al tavolo – le indicazioni di Alec Torelli

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Prendere sempre le decisioni migliori al tavolo – le indicazioni di Alec Torelli

Area

Vuoi approfondire?

Prendere sempre le decisioni migliori al tavolo e giocare al massimo delle nostre possibilità non è sempre facile.

Il pro player Alec Torelli ha parlato proprio di questo nel suo ultimo video su Youtube.

L’argomento trattato dall’italo-americano ha trovato spunto da una domanda ricevuta da un utente sui social.

La domanda in questione che ha generato tutta la discussione è la seguente: Che correlazione esiste tra l’avere un buon mindset e il giocare al nostro miglior livello?

Vediamo quindi cosa ha risposto Alec e quali sono le sue indicazioni per giocare al meglio e fare le scelte giuste nel poker.

 

L’umore determina il vostro livello di gioco

La risposta di Alec Torelli alla domanda in questione è netta: Il mindset determina il nostro livello di gioco. Ognuno di noi non avrà mai lo stesso umore ogni giorno: la vita e i problemi ci condizioneranno sempre e in modi sempre diversi.

Il punto è che anche il nostro livello di gioco ne risente allo stesso modo. Alec fa un esempio semplice, usando l’alfabeto immaginate che il vostro livello di gioco migliore sia quello A.

Avere un livello di gioco A significa prendere sempre le decisioni migliori e giocare al meglio delle nostre possibilità. Il mindset e l’umore sbagliati portano il nostro gioco a livelli più bassi.

Se avete problemi con la vostra ragazza o con i vostri genitori e siete nervosi, questo si ripercuoterà nelle vostre prestazioni e avrete un livello di gioco B o C e così via sempre peggio.

Per via del mindset negativo rischiate di giocare male e non prendere le decisioni migliori. Il consiglio quindi è quello di mantenere la giusta positività e cambiare la propria prospettiva.

 

Alla fine del giorno è solo un gioco

Secondo Alec i giocatori di poker spesso si fanno condizionare troppo dall’esito delle loro partite. Per lui molti hanno dimenticato che il poker è solo un gioco e che divertirsi è la prima cosa aldilà di ogni questione economica.

Quando ho iniziato a giocare, mi veniva facile essere positivo quando vincevo e negativo quando perdevo.

Tuttavia questa cosa che può sembrare banale è la chiave del discorso. Non devono essere i risultati a determinare il proprio mindset ma al contrario deve essere il buon mindset a generare i buoni risultati.

Quando ci si diverte è una naturale conseguenza il giocare meglio, essere lucidi e tranquilli e accettare ogni risultato. L’alternativa corrisponde in pratica a vivere alla mercé delle carte e dei risultati che otteniamo.

Il consiglio di Alec è semplice e riguarda una premessa che dovete assimilare e accettare.

Considerate che di base a prescindere da tutto se giocate cash perderete sempre almeno il 30% delle volte, se giocate tornei invece perderete l’80% delle volte

Accettare questa realtà è il primo passo se volete mantenere il vostro mindset positivo e di conseguenza giocare sempre al meglio.

 

Dove va la vostra attenzione là va la vostra energia

Alec ha evidenziato un’abitudine che hanno molti giocatori e che simboleggia tutto il discorso: condividere con gli altri i propri brutti colpi.

Il nostro ego ci porta a condividere con gli altri i bad beats, vogliamo che vedano quanto siamo sfortunati perchè cerchiamo la loro attenzione e la loro empatia.

Questo atteggiamento alimenta la negatività, cercare una sorta di conforto nel far sapere agli altri quanto siamo sfortunati non aiuta il nostro mindset.

A tal proposito c’è una frase che Alec ha ripetuto più volte durante il video: Where your attention goes, your energy flows.

Letteralmente vuol dire dove va la tua attenzione, là si riversa la tua energia, intende quindi che il concentrarsi sulla sfortuna ci allontana invece dalla fortuna.

Molti giocatori si lamentano e tiltano piuttosto che provare a capire se potevano fare diversamente e cercare i loro errori. La motivazione che secondo Alec dovrebbe spingere ognuno di noi a dare il giusto peso a quello che succede è che la vera sfortuna è ben altra cosa.

Ad alcune persone i soldi che scommettiamo cambierebbero la vita, c’è chi vive con meno di 10 dollari al giorno.

Condizionare le proprie giornate e il proprio umore per una mano sfortunata è una mancanza di rispetto verso chi ci sta intorno.

Inoltre il nervosismo e la negatività si riversano sul nostro mindset causando un gioco non ottimale ma anche su chi ci circonda nella vita di tutti i giorni.

 

Guardare il bicchiere mezzo pieno

Alec spiega in che modo lui riesce a vedere sempre il lato positivo nelle cose e non farsi dominare dalla negatività.

Molti giocatori danno peso ai colpi persi e non si ricordano invece di quelli vinti. Per spiegarlo Alec usa l’esempio dei coinflip vinti e di quelli persi.

Chi di noi non direbbe di aver perso più coinflip di quanti ne abbiamo vinti?

Eppure per statistica proprio perchè sono dei testa o croce si dovrebbero eguagliare. Il motivo è che siamo sempre bravi a vedere cosa va male ma non altrettanto a vedere quello che va bene.

Alec in questo senso riflette sul fatto che la vita stessa in ogni sua evoluzione è un continuo succedersi di coinflip. Il fatto stesso che lui sia nato in un paese civilizzato, abbia avuto due buoni genitori e sia cresciuto agiato è una fortuna di cui gioire.

Al contrario il giocatore afferma che poteva capitare in un paese del terzo mondo, dove i problemi sono ben altri di una mano vinta o persa.

Non importa, qualunque cosa succeda ho già vinto il coinflip della vita.

È importante quindi ricordarsi la fortuna che si ha nel poter giocare a poker e che essere felici e divertirsi è un obbligo nei confronti di chi questa opportunità non c’è la.

Questo in qualche modo motiva Alec e gli fa superare la sfortuna e mantenere il mindset corretto per giocare.

 

Come posso giocare al meglio la prossima mano?

Prendere decisioni giuste quindi e mantenere quel livello di gioco A di cui parlavamo è strettamente legato al proprio mindset.

Secondo Alec esiste una sorta di ciclo continuo che vi permette di mantenere il giusto mindset e vincere di conseguenza.

Migliore è la qualità delle vostre decisioni maggiormente vi divertirete a giocare, più vi divertirete a giocare più facilmente prenderete le decisioni giuste.

Molti vivono il poker passando tra momenti neutrali a momenti cattivi e viceversa.

Per quale motivo invece non si considerano mai i momenti positivi?

Secondo Alec i giocatori si stanno abituando alla neutralità e ai momenti negativi e non cercano più di raggiungere invece i picchi positivi.

Per migliorare e prendere le decisioni giuste dovete accettare le sconfitte e pensare a come giocare al meglio la prossima mano.

Col mindset corretto e l’attitudine positiva sarete certi di poter prendere sempre le decisioni migliori e vincere il massimo che potete.

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari