Wednesday, Nov. 20, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 5 Lug 2019

|

 

Quando foldare coppia di Assi al flop?

Quando foldare coppia di Assi al flop?

Area

Vuoi approfondire?

Ci sono situazioni in cui la forza della nostra monster hand preflop viene smorzata per via di una texture particolare al flop.

Le classiche situazioni in cui ci troviamo in 3-way con  la nostra splendida A A su qualcosa come 8 10 J.

Non sempre però il board presenterà troppi rischi, ma ciò non significa che a seconda dell’action preflop, del tipo di avversari che abbiamo davanti, dello stack e della posizione dei player coinvolti nel colpo, siamo legittimati a mettere tutte le chip in gioco nel più breve tempo possibile.

Il noto professionista Jonathan Little ha pubblicato sul suo blog uno spot più intricato del previsto, dove l’action si scatena subito e il nostro Hero si trova a dover prendere una bella decisione già al flop.

L’analisi della mano

Da qualche parte nei meandri di un evento da 1.500$” – comincia effettivamente così il post di Little – “Hero apre da UTG a 6.500 con 105K effettivi dietro le sue A A a bui 1.200/2.400. Chiamano solamente gli unici due giocatori sensati che si trovano nelle posizioni immediatamente successive alla sua.

Flop: 9 7 3

Hero punta 12.000 su pot da 23.100 chip.

Fino a questo punto Hero ha giocato alla perfezione. La sua size preflop è ottimale così come la sua c-bet, in quanto giocherebbe allo stesso modo tutto il range di apertura puntando un innocuo 50% pot.

E’ importante non variare le size in base alla forza della mano in modo da non dare informazioni sul range ai nostri avversari.

Se effettuaste un’azione differente a seconda del valore della vostra mano diventereste exploitabili agli occhi dei vostri avversari, perciò invece di fare quelli fantasiosi limitatevi a fornire il numero minore di indicazioni possibili sul vostro conto.”

Il crocevia al flop

Il giocatore alla sinistra di Hero rilancia a 30.000, al che Hero decide di andare direttamente all-in.

Potrebbe non sembrare, ma Hero in questo caso si trova davvero in una situazione difficile quando viene rilanciato. Su un board così poco coordinato, alcuni giocatori rilanciano soltanto mani premium o mani fatte come doppie o set, oltre ai draw. Ma nel caso specifico non ci sono troppi draw possibili, salvo un 10-8 che equivarrebbe a un open-ended straigh draw.

In questo spot gli Assi di Hero saranno buoni solo il 40% delle volte. Anche nel caso in cui Hero si limitasse al call flop e al turn non cascasse qualcosa che completa il draw, le sue odds contro il range di value avversario sono al 44%.

Nonostante i numeri siano al di sotto delle aspettative, non è affatto detto che Hero qui debba foldare, il che rientra nelle situazioni limite. Nella realtà, capita anche che i giocatori rilancino top pair e overpair sui board non coordinati, quindi aggiungendo J-J, T-T, A-9s e K-9s al suo range, Hero si troverebbe a giocare al 55$ al flop, rendendo così il fold una mossa esageratamente tight.

Aumentando le mani con cui l’avversario effettuerà un rilancio con mani inferiori a una coppia d’Assi, crescerà anche l’EV dello spot, escludendo le volte in cui farà la stessa mossa con aria totale.

Pur non essendo possibile stimare precisamente le frequenze dell’Opponent, risulta chiaro che in media Hero dovrebbe proseguire nell’azione anche a fronte di un rilancio.”

Chiamare o rilanciare?

Una volta presa la decisione di proseguire nel colpo, bisogna scegliere due strade: limitarsi al call e vedere il turn o andare direttamente all-in?

Se pensiamo che il range dell’Opponent sia composto quasi esclusivamente da mani di valore, l’all-in è la scelta migliore in quanto è bene assicurarsi di mettere tutto in gioco prima che il board diventi scary e che quindi l’avversario possa migliorare la sua mano nelle street successive.

Quando invece l’avversario sembra avere un range più ampio del normale, il call potrebbe essere la scelta migliore in modo da farlo continuare a puntare anche col suo bluffing-range.

Alla fine l’avversario chiamerà mostrando K-9 per una top pair overplayata.

 

Photo Cover by: Antonio Abrego, Pokernews

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari