Friday, Feb. 21, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 8 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – Un’altra mano di Andrea Dato al 5/10: quando foldare KK

WSOP 2012 – Un’altra mano di Andrea Dato al 5/10: quando foldare KK

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Di solito gioca limiti più alti, ma qui abbassa il tiro perché conviene: “Al Rio il cash game lo gioco ai limiti 5/10 invece che 10/25, perché c’è una tale differenza di abilità degli avversari…”

Andrea Dato, pro di Glaming, si trova a giocare una mano al cash game 5/10 nelle sale del Rio. Qualche giorno fa avevamo già pubblicato una mano di Andrea, dove ci spiegava l’errore che secondo lui aveva commesso. Questa è un’altra mano dove Andrea ritiene di aver commesso un errore. Va da sé che conoscere il thinking process di autocritica da parte di colui che è considerato fra i migliori coach cash game in Italia è, come si dice, “pure gold”, oro colato. Vediamo il TP di Andrea in questa mano dove vede KK.

LO SPOT – Bui 5$/10$, cash game nelle sale del Rio. Limpano in 5 nel piatto dove Andrea vede KK da bottone, quindi l’italiano alza la posta a 130$ e in tre chiamano. Il flop è A97 con due fiori e una picca, e checkano tutti. Il turn è un dieci di picche che apre la seconda possibilità di flush draw. Andrea checka, così il secondo a parlare, mentre il terzo punta 240$, chiama un avversario e poi anche Andrea.

Vista così non sembra un errore, il mio plan era di check-foldare river. In realtà, però, penso che con così tanti avversari nel piatto un giocatore non punta con una mano più debole dell’asso. Fra l’altro il board era molto connected, e il mio avversario era il classico signore sui 50 anni che aspettava la carta e giocava col punto. Su questo board, a terra, c’è tanta roba che mi batte: top pair, doppie… ho chiamato, ovviamente, per giveuppare eventualmente al river. Ma probabilmente potevo risparmiare questo call. Al river esce un K di cuori, io esco puntando 400 perché so che lui fa sempre check e non voglio perdere valore. Lui chiama, bestemmia e mucka.

Insomma, foldare KK è dura e a volte non ci riescono neanche i professionisti. Ma nelle ultime due mani analizzate da Andrea per ItaliaPokerClub, nonostante gli errori commessi dal pro di Glaming, i piatti sono andati a lui grazie a dei river inaspettati. Sculate? Come si dice: la fortuna aiuta gli audaci.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari