Friday, Sep. 25, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 9 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – Una sessione cash game NL100 a Las Vegas (parte 1)

WSOP 2012 – Una sessione cash game NL100 a Las Vegas (parte 1)

Area

Vuoi approfondire?

Las Vegas è il tempio del poker. Chi ama questo gioco non può esimersi dal giocarlo live, almeno un paio di volte. I tavoli da poker a Las Vegas sono scene da film, soprattutto quelli dove ti permettono di giocare il NL100, perché denotano un casinò col sapore di quella vecchia sin city che siamo abituati a vedere nei film.

Erano le 2.00AM, quando mi recavo al Bally’s, volevo giocare il NL100, ma i tavoli partivano dal NL200; fa niente, shottiamo, porgo i miei 100 bui in verdoni americani ma mi viene chiesto il passaporto, che ho lasciato in albergo, perché la mia patente, in quanto documento nazionale, non va bene. Non perdo un secondo ed esco fiducioso di trovare un altro posto dove giocare il NL100 senza dover tornare in albergo a prendere il passaporto. Attraverso la strada ed entro al Bill’s. Certi casinò li vedi che sono diversi: il Bally’s è più snob, più elegante, più serio, e il Bill’s è invece quel tipo di casa da gioco che ti dà l’impressione dell’azzardo e del malfamato. Anche i personaggi che incroci all’interno danno un’idea dell’ambiente in cui ti trovi. Qua non mi chiedono neanche il documento, hanno il NL100, cambio una posta.

Il tavolo è da raccontare: alla mia destra c’era un muto che giocava short stack insieme ad un suo amico che sedeva all’altra parte del tavolo, muto anche lui, anche lui cambiava venti dollari alla volta. I due hanno comunicato tutto il tempo col linguaggio dei segni al tavolo, ignorando gli avvertimenti della dealer che gli intimava di fermarsi. Probabilmente si dicevano le carte, chissà. Se hanno fatto collusion, l’hanno fatta male. Non erano proprio in grado di giocare.

Dopo il muto c’era un tizio con una folda barba e la cresta, poi una sua amica sui cinquanta, segue un signore, un altro con il berretto, un tizio con un braccialetto dell’energia, il muto, uno con gli occhiali a cui non ho visto giocare una mano e, alla mia sinistra infine, un ragazzo che era qui in viaggio con la tipa e si stava divertendo. Vorrei soffermarmi sul braccialetto dell’energia: è un tell. Uno che indossa dei braccialetti di gomma che dovrebbero aumentare il tuo karma o cose del genere, secondo me non è proprio pensante.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Foldo quattro mani e vedo con piacere che il tizio col braccialetto dell’energia gioca i suoi AX offsuited fuori posizione non mollando la top pair. Poi noto che non è il solo. Alla quinta mano vedo AKo, la signora apre da UTG a 7$, e l’avevo già vista giocare assi brutti: voglio giocare a bassa varianza, hero callare infinito perché penso di avere edge ed estrarre valore da assi più deboli, quindi scelgo di non tribettare e limitarmi al call essendo in posizione da bottone. Passano tutti fino al BB, il tipo col cappello, che aveva già 250 bui davanti e rilancia a 25$. La signora flatta.

Ci penso: AK blockerano le mani che mi crushano, io fondamentalmente non lo rappresento, e per quanto ne so questi con AQ potrebbero sentirsi nuts. A questo punto non voglio giocare a hit-poker e mando i resti, soprattutto per i 25$ aggiunti dalla signora che rendono ogni flip decisamente +EV. Il tizio col berretto snappa, la signora ci pensa e folda dichiarando AQ. Una cosa curiosa del cash a Vegas è che non c’è lo showdown quando si va all-in. I giocatori possono tenere la mano coperta, di solito chi pensa di aver vinto dichiara il suo punto all’avversario: se oppo dice che hai vinto, tu mostri il punto dichiarato. Altrimenti lo mostra lui a prende il piatto. Io non voglio dare info e poi ai loro occhi sto giocando come un donk, visto che non rappresento niente e nelle 4 mani precedenti avevo limp-foldato in posizione un asso basso in un family pot. Il dealer gira il board, è tutto basso, così oppo gira JJ. Donna al river, ma niente Assi o Re. Cominciamo non benissimo: rebuy, sono sotto di 100$.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari