Thursday, Oct. 24, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 15 Lug 2012

|

 

WSOP 2012 – Il Main Event delle donne?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2012 – Il Main Event delle donne?

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Le giocatrici di poker, ormai lo abbiamo imparato, non vanno mai sottovalutate: come dimostrano esempi italiani e internazionali, le donne al tavolo sono abili tanto quanto i colleghi maschi, addirittura più forti di molti di loro.

Ma per questioni di numeri, spesso non sono molte le giocatrici che arrivano “deep” al Main Event delle WSOP. Spesso, negli anni precedenti, l’ultima ragazza a lasciare il torneo più importante veniva eliminata intorno alla centesima piazza. Non parliamo poi di tavolo finale: solo ed esclusivamente nell’edizione del 1995 Barbara Enright riuscì ad arrivare nel numero dei nove finalisti, per poi uscire in quinta posizione con 88 “crackati” da 63 suited.

Quest’anno è diverso. Già nei giorni scorsi abbiamo visto in azione giocatrici di tutto rispetto, e molte (come Liv Boeree e Maria Ho) sono anche riuscite a conquistarsi un posto ITM a questo Main Event.

Ma delle giocatrici presenti al Main Event, tre in particolare ci avevano colpito, salendo molto in alto nel chipcount. E, guarda un po’, le ritroviamo tutte e tre al day 6, tra i migliori 100 del torneo più importante.

Gaelle Baumann (in foto qui sopra), francese, l’abbiamo anche intervistata per voi pochi giorni fa, quando si è messa prepotentemente davanti a tutti diventando la chipleader del day 1, e non è mai scesa dai vertici della classifica: ora è ottava con quattro milioni di chip circa.

Elisabeth Hille invece è norvegese, e anche se non ci abbiamo parlato direttamente, la conosciamo “di fama”: è stata proprio lei a “giustiziare” il nostro Davide “sucre888” Catalano condannandolo all’uscita dal Main Event e lanciandosi in alto nel chipcount. Ora è diciottesima e porta al day 6 ben 3.390.000 gettoni.

Elisabeth Hille

Vanessa Selbst, beh, la conoscete. Sempre in forma, è stata a lungo tra i chipleader dell’evento, salvo poi fare un passo indietro al day 5 e ritrovarsi a chiudere in 69° posizione con poco più di un milione di chip, che sicuramente saprà mettere in mezzo al tavolo negli spot giusti e senza alcun timore.

E infine, oltre alle tre che avevamo notato nei giorni passati c’è Susie Zhao: di origini asiatiche ma di nazionalità statunitense, è arrivata al day 6 senza mai mettersi particolarmente in evidenza nei chipcount. Ha infatti uno stack piuttosto esiguo, ma con un double up si ritroverebbe senz’altro di nuovo in corsa per i premi che contano!

Insomma, quattro giocatrici che domani andranno per i massimi, alla ricerca di uno storico tavolo finale. GL alle donne!

Vanessa Selbst

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari