Monday, Sep. 26, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Lug 2013

|

 

Luca Moschitta: “Spingere al day 1 è un errore”

Luca Moschitta: “Spingere al day 1 è un errore”

Area

Vuoi approfondire?

Tra i tanti italiani che hanno scelto il day 1B per iniziare la propria avventura al Main Event delle WSOP c’è anche Luca Moschitta, che insieme alla fidanzata Sofia Lovgren oggi è schierato ai tavoli del Rio per il primo giorno di quello che sarà un torneo davvero infinito.

Il suo stile di gioco tight ben si adatta a questo tipo di eventi, come ci spiega lui stesso: “In un evento come il Main bisogna avere pazienza, i livelli sono da 2 ore, si gioca sempre molto deep e gli avversari sono mediamente scarsi.”

“Io ad esempio sono capitato in un tavolo davvero “simpatico”, i miei avversari aprono anche x4, a volte x5, e non bisogna aggredire così tanto” ci racconta Luca, che ha trovato uno dei tavoli iniziali non destinati a rompersi, e in questo modo ha avuto tutto il tempo di studiare gli avversari ed adattare il proprio gioco ad essi.

“Semplicemente bisogna stringere i range, aggiustarli perfettamente in base al proprio tavolo. Io ad esempio oggi ho deciso di flattare molte pocket pair, e sono riuscito a settare un paio di volte portando a casa dei piatti sostanziosi.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ma una scuola di pensiero più aggressiva può invece portare a risultati attrettanto buoni al day 1 del Main Event? Secondo Luca no: “Credo proprio che il gioco aggressivo non paghi al day 1 del Main Event. E’ un errore spingere in questa fase!”

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari