Thursday, Feb. 29, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Giu 2014

|

 

WSOP 2014 – Bardaro 16° al NLHE! Niente ITM per Pescatori

WSOP 2014 – Bardaro 16° al NLHE! Niente ITM per Pescatori

Area

Vuoi approfondire?

Quella sporca ultima mano. Alessandro Bardaro, player salentino che in carriera ha giocato solo un torneo a Malta e prevalentemente ai circoli, è arrivato da outsider fino al 16° posto dell’evento#31, il $1,500 No-Limit Hold’em, piazzando la sua prima bandierina al suo primo torneo WSOP e conquistando un premio da $14,994.

L’eliminazione dell’azzurro è arrivata proprio all’ultima mano di giornata, quando l’orologio era fermo e già si pensava a contare gli stack in vista del Day 3. Bardaro, da quarto in chips, apre 35.000 (bui 6.000-12.000 ante 2000), ricevendo il call da BB da parte di Matt Stout.

Flop 245, check di Stout, Bardaro spara 85.000, l’americano rilancia 185.000, all-in dell’italiano 515.000, snap-call di Stout, che mostra 55 per il tris, mentre Bardaro ha JJ.

Turn K e river 7 non regalano miracoli a Bardaro, out così in sedicesima posizione.

Subito dopo l’eliminazione Alessandro Bardaro ha commentato così il suo torneo, e ha spiegato cosa lo ha portato a iscriversi a inizio Day 1:

“E’ incredibile, sino ad oggi avevo giocato solamente un torneo a Malta da 400 euro! Solitamente non vado oltre le partite che ci sono nei circoli della mia zona, e online non gioco. E’ un peccato essere uscito a un passo dal final table, anche se probabilmente non mi stavo nemmeno rendendo conto di dove fossi e da un lato questo mi ha aiutato: rimasti 3-4 tavoli mi sembrava davvero di essere al circolo! Nell’ultima mano forse ho osato un po’ troppo, ma il mio avversario si era rivelato molto aggressivo rilanciando su molti flop; anche per questo non sono riuscito a passare la mia coppa di Jack… purtroppo è andata male”.

Alessandro si è iscritto all’evento#31 quasi per caso, grazie soprattutto a una vincita al Black-Jack: “Sì, e pensare che ho giocato solamente grazie a una vincita a black-jack! L’altra sera ho fatto +2.000 e ho deciso di investirne 1.500 per questo torneo, giusto per raccontare ai miei amici che avevo partecipato al Mondiale di poker. Mai avrei pensato di arrivare fino a qui”.

A fare da “padrino” ad Alessandro c’è stato per tutto il tempo Roberto “RobyS” Sabato, suo grande amico e “coach” improvvisato: “Alessandro non si stava minimamente rendendo conto di dove fosse arrivato: 16 left dal braccialetto, pazzesco! Io ho cercato di dargli consigli per tutto il tempo, sia urlando da bordo campo, sia scrivendogli su WhatsApp. Gli ho detto di restare più chiuso nella prima parte e poi prendersi qualche rischio. Lui non è un giocatore esperto, ma ha sicuramente la “pompa”: quando accumula tante chips e c’è da metterle in mezzo non si tira certo indietro”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

DSC_0081 (Copia)

 

 

Finito presto invece il Day 2 di Max Pescatori, che ha terminato la sua corsa prematuramente, non riuscendo a risalire la china e raggiungere la zona ITM.

A contendersi quindi il braccialetto e la prima moneta da $418,435 sono rimasti in 15, con Matt Stout – il giustiziere di Bardaro – che partirà da chipleader al Final Day, forte di uno stack di 1.130.000 gettoni. Seguono  Aleksandr Gofman (951,000), Brett Shaffer (812,000) ed Eric Spitzer (674,000), i favoriti per la vittoria finale.

Cattura

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari