Friday, Jan. 27, 2023

Poker Live

Scritto da:

|

il 27 Giu 2014

|

 

WSOP 2014: John Hennigan trionfa al Poker Players Championship! Patterson re del PLO H/L

WSOP 2014: John Hennigan trionfa al Poker Players Championship! Patterson re del PLO H/L

Area

Vuoi approfondire?

John Hennigan è il nuovo campione del secondo torneo più prestigioso delle World Series of Poker, il $50,000 Poker Players Championship. Il pro americano, al terzo braccialetto in carriera, ha superato un field di 102 giocatori stellari, battendo al testa a testa finale Brandon Shack-Harris (per la seconda volta runner-up alle WSOP 2014, dopo un primo e un terzo posto), aggiudicandosi anche il Chip Reese Memorial Trophy e il faraonico primo premio da $1,517,767.

Per Hennigan tra l’altro questo torneo porta davvero bene: “Johnny World” infatti è al terzo ITM consecutivo, e al secondo tavolo finale dopo il terzo posto dello scorso anno. Quest’anno la ciliegina sulla torta, con la vittoria attraverso 8 differenti varianti di gioco.

Al Day 5 erano rimasti in 8, a giocarsi il tutto per tutto: il primo ad abbandonare la contesa è stato Allen Kessler, eliminato nello Stud H/L da Abe Mosseri. Poi è stata la volta di Melissa Burr, sempre nello Stud, che eliminata da Hennigan ha chiuso al settimo posto ma si è potuta fregiare, oltre che del premio meritatissimo, di essere la prima donna ad andare ITM in questo evento, e di un bel bottino vinto grazie a una scommessa di 500 dollari con Robert Mizrachi, che aveva quotato il fatto 15:1.

Hennigan butta fuori anche Frank Kassela in sesta piazza, poi in rapida serie escono Chun Lei Zou e Abe Mosseri. Qui Johnny World perde qualche piatto di troppo e rimane sull’orlo del baratro, ma trova un fondamentale raddoppio nell’Omaha e parte la rimonta inarrestabile: prima elimina Jesse Martin al terzo posto, poi affronta Shack-Harris in HU, mangiandosi inesorabilmente le chips del rivale e sconfiggendolo in una mano di NLHE.

Shack-Harris, rimasto con sole 320.000 chips contro i 15 milioni del rivale, va all-in dal bottone con K7, venendo prontamente chiamato da Hennigan con A10. Board JJ944 che non dà scampo a Shack-Harris, che deve così “accontentarsi” del secondo posto e del premio da $937,975.

ScreenHunter_03 Jun. 27 10.55

 

Meno mediatico ma comunque importante anche il braccialetto assegnato all’evento#48, il $1,500 Pot-Limit Omaha Hi-Low Split-8 or Better. Tyler Patterson, dopo 18 piazzamenti ITM e 3 tavoli finali alle WSOP, è riuscito finalmente ad aggiudicarsi la vittoria di un evento, mettendo in cassaforte un bel braccialetto dorato e $270,992 di premio.

 

Il giocatore di Everett, nello stato di Washington, ha battuto in HU Scott Clements, impedendogli così di conquistare il terzo braccialetto in carriera. Patterson, partito a 11 left in pieno average, ha subito preso la vetta del count grazie a un big-pot in cui ha freddato Dylan Wilkerson (out nono), e da quel momento in poi non l’ha più mollata. Progressivamente i vari J.R. Felloy, Derek Raymond, Tom Schneider, Gary Kosakowski, Jeff Madsen e Cody Crawford hanno abbandonato il tavolo finale, lasciando la vittoria a uno tra Patterson e Clements. Ma Patterson è inarrestabile, e dopo circa 40 minuti di gioco ha dovuto capitolare, guadagnando comunque $167,686 di premio.

ScreenHunter_04 Jun. 27 10.59

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

 

Alle battute finali anche l’evento#49, il $5,000 NLHE. 23 i giocatori rimasti in gara, e purtroppo nessun italiano. Andrea Vezzani infatti non ha raggiunto la zona ITM, eliminato in 172° posizione.

Chipleader a fine Day 2 è una signora dal Connecticut, Margareta Morris, nove bandierine registrate in carriera: Margareta ha sorpreso i colleghi pokeristi, piazzandosi in vetta al count con 805.000 gettoni, grazie anche a un fortunoso full chiuso runner runner con due donne a turn e river, che hanno scoppiato la doppia A-K floppata da Weisner.

L’ex November Nine John Dolan è secondo in stack con 719,000, ancora in gara anche Koon (616,000), Kevin MacPhee (601,000), Blake Bohn (582,000), Manig Loeser (493.000) e Josh Arieh (267,000).

Out ma ITM Ankush Mandavia, Taylor Paur, Ami Barer, Darren Rabinowitz e Phil Hellmuth, uscito in maniera sfortunata al 35° posto dopo essere rimasto con soli 4 BB e aver rimontato alla grande.

 

Al Day 3 i migliori 10 ripartiranno con questi stack:

ScreenHunter_05 Jun. 27 11.16

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari