Thursday, Jul. 7, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Feb 2015

|

 

Epilogo crudele all’EPT Deauville: Savinelli chiude nono sbollando il final table!

Epilogo crudele all’EPT Deauville: Savinelli chiude nono sbollando il final table!

Area

Vuoi approfondire?

Fine della corsa. Dopo l’ennesima giornata vissuta da protagonista, Carlo Savinelli si è dovuto arrendere in nona posizione al main event dell’EPT di Deauville.

Una e vera e propria beffa nonostante i 46.000€ di premio, se pensiamo che il nostro portacolori si era addirittura portato chipleader a 11 left.

Fatali due colpi venuti in serie sul più bello, proprio durante l’unofficial final table giocato 9-handed.

Nel primo spot in questione Carlo apre a 80.000 da Hijack venendo chiamato dal francese Benjamin Buhr da small blind.

La mano, in presa diretta, non sembra di quelle significative: su board Q52 3, l’azione prosegue con un doppio check-check. Sul 10 al river, però, Carlo rilancia inaspettatamente a 530.000 la bet a 230.000 dell’avversario. Buhr, ahinoi, sale ulteriormente a 1.200.000. Savinelli chiama e getta le sue carte alla vista della scala A4 del transalpino.

Al tavolo dichiarerà poi una coppia di dieci settata river.

Nonostante lo stack dimezzato, il nostro alfiere gioca ancora per circa 35 bb, ma ecco che meno di due orbite successive incombe il devastante cooler che spegne i sogni di gloria azzurri.

Dopo il fold generale Carlo spilla AK da small blind e rilancia fino a 135.000 sul grande buio da 40.000.

Il romeno Parafles non ci sta e tribetta a 315.000, Carlo va all-in e viene snappato dal suo avversario. Non un buon segno. Allo showdown, difatti, Parafles mostra AA. Serve un miracolo.

Il flop K99 ci regala qualche speranza, ma il J al turn e il 9 al river non completano l’opera.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Carlo sbolla così il prestigioso final table ed è costretto ad accontentarsi di un premio da 46.400€.

Poco prima era stato eliminato in undicesima piazza anche il fortissimo americano Kevin MacPhee (7-7 < 9-9), uno dei pochi avversari “temuto” dal nostro connazionale.

Prevedibile un pizzico di frustrazione, anche per via dello sfortunato episodio che ha sancito l’eliminazione, come si evince dal post pubblicato sulla bacheca personale di Facebook:

E’ davvero difficile spiegare cosa si prova in questi momenti,cosa ti passa per la testa quando per 5 giorni giochi e domini vs players ai quali 6/7 anni fa avresti chiesto una foto,o che magari fino a poco fa guardavi le loro giocate su youtube a bocca aperta. La vita ti colpisce duro proprio quando nn te l’aspetti,quando sei a un passo dai tuoi sogni…ad un soffio. Sembrava un sogno,fare ft ad un EPT senza gire preflop,dominando in tutti i marginali,vedere gli avversari giorno dopo giorno fare give up prima e complimentarsi dopo“.

Carlo tuttavia, nonostante la cocente delusione, non lesina i ringraziamenti a chi lo ha seguito, supportato e incoraggiato in questi giorni:

Aprire fb e leggere che persone che nemmeno conosci tifarti come la finale dei mondiali. Il bello e il brutto di questo gioco. Grazie mille ragazzi,di cuore,questa esperienza mi ha insegnato che nella vita bisogna sempre rincorrere i propri sogni,anche quando si passa per pazzi,a me e’ capitato piu’ volte. Quindi nn esitate,se avete anche una sola possibilita’! Io ho iniziato questa giornata come il giorno piu’ bello della mia vita e la sto chiudendo come il giorno piu’ brutto,ma ca bene così lo accetto,sono un ragazzo fortunato ad aver vissuto queste emozioni nel bene e nel male. Spero solo di riuscire di avere un altra chance del genere! Ty all“.

La speranza di Carlo è anche quella di tutti gli appassionati di poker, perché a prescindere dall’esito finale il player campano è riuscito a regalarci tante emozioni esprimendo un poker di altissimo livello in tutte le giornate di gioco.

Alla prossima Carletto, sicuramente l’acuto buono arriverà!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari